Abu Dhabi pronta a inaugurare ogni anno edifici faraonici e incredibili

Abu Dhabi è pronto a stupirci ogni anno con nuove attrazioni, nuovi edifici dallo stile faraonico e incredibile, che andranno a incrementare la già ricca proposta di strutture che si possono visitare nell'Emirato Arabo.

Abu Dhabi, insieme a Dubai, è il più famoso dei 7 Emirati Arabi: è anche il più grande e pensa in grande per il futuro, dal momento che i progetti in cantiere promettono di regalare ai turisti miliardari che frequentano questo paese di poter contare ogni anno su una nuova struttura architettonica. Ovviamente parliamo di progetti faraonici e ai limiti dell'incredibile.

Se ogni anno Abu Dhabi ospita nuovi eventi internazionali, l'Emirato Arabo non si accontenta di un calendario ricco di manifestazione e congressi, ma vuole stupire sempre di più. E lo fa anche dal punto di vista dei progetti architettonici in programma e che verranno realizzati o aperti a breve.

Nuovi edifici di Abu Dhabi

Nuovi edifici di Abu Dhabi


Entro dicembre 2015 aprirà, ad esempio, il Louvre Abu Dhabi, un edificio con una cupola di 180 metri di diametro con intrecci particolari che diffonderanno in maniera insolita la luce all'interno.

Nel 2016 e nel 2017, invece, inaugureranno lo Zayed National Museum, un museo che sarà interamente dedicato alla storia e alla cultura dell’Emirato, e il Guggenheim Abu Dhabi. Entrambi i musei sorgeranno a Saadiyat Island, un'isola dove è già presente il Padiglione che ha rappresentato gli Emirati Arabi Uniti in occasione di Expo Shanghai e che ospita eventi internazionali, oltre a tutta una serie di alberghi di lusso, come ad esempio il St. Regis Saadiyat Island Resort e il Park Hyatt Abu Dhabi.

Ma non dimentichiamo che l'Emirato Arabo ospita anche il Ferrari World Abu Dhabi, parco tematico della casa automobilistica di Maranello, il parco acquatico YasWaterworld, che occupa una superficie di 15 campi da calcio, il circuito automobilistico Yas Marina Circuit e molte altre attrattive.

Foto | da Pinterest di Simone Bennett DeLoach, karl haddad, fran allen, jane bicknell

  • shares
  • Mail