Tom Dixon: le novità esposte nella Chiesa di Clerkenwell per la Design Week, le foto

La Clerkenwell Design Week, svoltasi dal 24 al 26 maggio, permesso a Tom Dixon di lavorare in un contesto unico. Invece di affittare uno spazio in città,, infatti, il designer ha collaborato con Andrew Baughen, vicario della Chiesa di St James. Scopri di più qui su Designerblog.

La Clerkenwell Design Week, svoltasi dal 24 al 26 maggio, permesso a Tom Dixon di lavorare in un contesto unico. Invece di affittare uno spazio in città, infatti, il designer ha collaborato con Andrew Baughen, vicario della Chiesa di St James.

Andrew Baughen, ha visto il potenziale di rendere questo edificio cittadino, unico e a disposizione dei residenti di Clerkenwell, un posto da usare come risorsa dalla comunità residenziale. Questa insolita partnership, ha coinvolto il brand inglese nell'installazione di un grande lampadario Curve, nello spazio principale, di un ambiente di co-working e di una cucina, che sono stati tutti donati come impianti permanenti.

I volumi straordinari e gli angoli di questa classica chiesa del 18° secolo, hanno permesso di dimostrare al meglio i nuovi prodotti per l'illuminazione e i mobili con una serie di fondali storici.
I pannelli di legno della sagrestia del 18° secolo, la nuda costruzione in pietra della sala d'ingresso, gli enormi volumi e i pannelli di vetro colorato della chiesa principale, hanno fornito una serie di sfide di progettazione, diverse da qualsiasi altro prima.

Le novità, fresche della Design week di Milano, che compongono il progetto della Chiesa comprendono: Flask Oil, Curve e Fade. Flask è una serie di tre lampade pendenti, ispirate alla tagliente e funzionale geometria della vetreria da laboratorio chimico. Un cilindro, una sfera e un cono che lavorano insieme o in accordi più formali. Ogni lampada comprende due componenti, una chiara lente di vetro increspata che produce una serie di anelli luminosi concentrici, e un diffusore in vetro nero rifinito con l'ultima novità nel campo del colore, un effetto cangiante e oleoso. Poco usato nel design d'interni contemporanei, la lucentezza e l'iridescenza di questo effetto sono stati molto apprezzati dai ceramisti e vetrai del movimento Arts and Crafts ("arti e mestieri"). Ora che la più recente tecnologia permette di creare questo effetto in molti modi nuovi, sono destinati a tornare di moda.

Curve, invece, può facilmente essere scambiata per un satellite, o una scultura Art Deco. Infatti, questa nuova luce dalle curve geometriche, spinge ancora più in la i confini di ciò che può realizzare un sottile foglio di metallo inciso. Con la sua microscopica e precisa pelle forata, e al morbido rivestimento d'argento e nichel, Curve riflette internamente ed emette una luce filtrata, effetto etere.

Infine, Fade è una luce in leggero policarbonato modellato a cannone. La sua forma a goccia focalizza l'uscita del lampadina in un soddisfacente e luminoso cerchio, che agisce come un riflettore di grandi dimensioni. La rifinitura metallizzata è insolita, poiché passa gradualmente dal una superficie completamente riflettente ad una trasparente lungo il corpo della lampada.

  • shares
  • Mail