Zaha Hadid è morta: addio alla regina del design

Si è spenta Zaha Hadid, la grande designer che ci ha regalato grandi emozioni con le sue creazioni: il mondo del design è in lutto.

Il mondo del design è in lutto: all'improvviso si è spenta Zaha Hadid, uno degli esponenti contemporanei più illustri dell'architettura internazionale. La designer 65enne si trovava ricoverata in un ospedale di Miami a causa di una bronchite. L'architetto si è spenta a causa di un infarto improvviso: tutto il mondo del design piange oggi il suo genio creativo.

Zaha Hadid era nata 65 anni fa a Baghdad, in Iraq: studiò prima a Beirut e poi a Londra, dove viveva ormai da moltissimi anni e dove le era stata data la nazionalità britannica. I progetti del suo studio hanno interessato non solo l'Inghilterra, ma tutto il mondo, con creazioni che sono entrate di diritto nella storia dell'architettura internazionale.

Non a caso Zaha Hadid era considerata un'archistar a livello mondiale, da più di 30 anni: tra le opere più famose ricordiamo uno dei tre grattacieli della nuova zona Fiera di Milano, il London Aquatics Centre dove si tennere le Olimpiadi e Paralimpiadi di Londra 2012, il Centro culturale Heydar Aliyev a Baku, il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, il Museo della Scienza Phaeno, a Wolfsburg, sede dell’Opera di Guangzhou in Cina, Stazione marittima di Salerno e quella di Napoli Afragola.

Zaha Hadid è stata anche la prima donna a vincere il Premio Pritzker, il più importante del mondo della letteratura, e anche la prima donna a ricevere la medaglia d’oro del Royal Institute of British Architects.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail