Fuorisalone 2015 Milano: Tom Dixon presenta The Cinema a Designjunction, le foto

Tom Dixon presenta le sue novità al Fuorisalone 2015 ed ha occupato i 400mq di un cinema abbandonato nel cuore della città, prendendo parte a Designjunction edit Milan. Le immagini sono su Designerblog

TD_Milan-14349

Tom Dixon è a Milano al Fuorisalone ed ha occupato i 400mq di un cinema abbandonato nel cuore della città, dove ha esposto le sue novità, prendendo parte al Designjunction edit Milan.

Il mondo che ha voluto mostrare Tom Dixon, è composto da una ricerca senza fine di forme, consistenze e finiture, una vera e propria ossessione per le tecniche di produzione e una grande voglia di raccontare una storia che proviene da un unico punto di vista, un po' eccentrico e molto british.

L'esposizione si compone di diverse istallazioni, tutte straordinarie, che mostrano le novità come Melt, Lens e Wingback. Infatti, l'occhio vuole la sua parte, e il design di oggi non è più solo concentrato sulla manifattura e progettazione dell'oggetto, ma deve anche occuparsi della comunicazione, della contestualizzazione e commercializzazione delle idee. Quello di Milano, è diventato, dunque, un luogo non soltanto di esposizione, ma anche uno spazio dove la vendita e il divertimento sono uno la faccia dell'altro. Le novità mostrate, quindi non sono più solo un prototipo su un piedistallo, ma è l'innovazione istantaneamente a disposizione, per essere comprata sul momento o spedita ovunque.

Ogni giorno il cinema ha ospitato diversi spettacoli leggeri che mettono in mostra i nuovi prodotti, una sala VIP Sony, gli accessori del negozio, ed il 14 aprile ha anche ospitato un colloquio esclusivo con Tom Dixon stesso.

All'interno del Cinema, quindi era presente anche il partner Sony, che ha presentato il nuovo proiettore 4K Ultra Short Throw dal loro concept Life Spazio UX, che ha recentemente vinto il Red Dot Award e un premio IF design 2015, e che unisce alte prestazioni tecnologiche con un design elegante e funzionale.

Ma torniamo a Tom Dixon ed hai suoi nuovi prodotti, tra cui troviamo Wingback, una serie classica inglese rivisitata, ispirata da due iconiche sedute: la Wingback del 17esimo secolo e il suo fratello più piccolo del 18esimo, modelli che sono stati aggiornati in chiave moderna per essere usati in grandi banchetti o come sedie per il camino di un club o per quello del vostro soggiorno. La collezione, disponibile con solide gambe in rovere o rame e in una vasta gamma di tessuti Kvadrat e colori, comprende una sedia, una sedia da pranzo, un pouf ed un divano.

Melt, nata dalla collaborazione con il collettivo svedese dal design radicale Front, invece, è una lampada, un vero e proprio globo illuminante che crea un effetto di luce distorta grazie alla lavorazione del vetro, che come dice il nome, sembra si sia sciolto.
Traslucida quando è accesa, Melt diventa uno specchio quando è spenta, ed emette un'attraente luce quasi allucinogena. Se ne può appendere uno solo o diversi insieme per dare un'aspetto più suggestivo alla sala, ma comunque il colpo d'occhio è assicurato. Inoltre Melt è disponibile in rame, cromo e oro.

Tra le novità, troviamo infine Lens, un'altro globo luminoso, ma con caratteristiche compleatamente diverse da Melt. Ispirato alla lente Fresnel utilizzata nei fari, ricorda un raro cristallo geologico, con le sue lenti prismatiche triangolari che esplodono e proiettano la luce in tutte le direzioni. Progettato per stare in piedi da sola, ma anche per essere appesa al muro è ottima per dare un'atmosfera dai toni drammatici alla stanza. Insomma, è progettata per portare un po' di glamour da discoteca in un cocktail bar, una sala da pranzo o anche in un soggiorno.

In mostra c'erano anche diversi accessori, come le candele profumate, servizi da tè, decanter, candelieri, vasi ed anche Stationery, una linea per la scrivania pensata per il bookworm o uno scrittore molto prolifico, composta di pezzi robusti che sembrano usciti dai gabinetti delle curiosità.

Gli accessori, le luci e le sedute Tom Dixon

  • shares
  • +1
  • Mail