Le posate profumate di Patrick Rampelotto

Abbellire la tavola: finora i designer si sono scatenati proponendo composizioni di fiori, candele e candelabri, segnaposto speciali, stoviglie e portafrutta...

Ma le posate profumate ancora non si erano viste... Ci ha pensato quindi Patrick Rampelotto un giovane designer di origine italiana, formatosi con Borek Sipek e Ross Lovegrove all'Università per le Arti Applicate di Vienna, città dove ora vive e lavora.

Con le sue creazioni, Rampelotto cerca di andare oltre l'uso dell'oggetto di per sé ma di renderlo parte integrante del rapporto con l'utente, strumento per comunicare la poesia e l'eccezionalità della vita quotidiana. Le posate profumate rientrano dunque appieno in questa filosofia: possono essere completate con fiori o spezie - inseriti negli appositi forellini posti fra le due estremità - che facciano sprigionare aromi in linea con le pietanze servite per offrire un'esperienza sensoriale a tutti i livelli.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: