Coffeeshop D'Espresso: un mondo di libri capovolto

Coffeeshop D'Espresso

A Manhattan, e precisamente a un solo isolato dalla New York Public Library (collocazione decisamente non casuale), c'è un coffeeshop che ha davvero qualcosa di insolito: si chiama D'Espresso e capovolge, o almeno tenta di farlo, il comune senso della forza di gravità. Riempiendolo di libri.

Mi spiego meglio (forse): il locale assomiglia più a una libreria che a un coffeeshop, in virtù degli scaffali e dei volumi presenti a bizzeffe, sulle pareti, ma anche...sul pavimento.

Sì perchè tutto in questo posto è capovolto: il pavimento in legno è in realtà sul muro, il soffitto in vetro con lampade è sulla parete opposta, mentre quelle che dovrebbero essere le pareti si trasformano in pavimento.

In realtà è un gioco illusionistico, progettato appositamente dal designer Anurag Nema: anche i libri non sono veri, si tratta di piastrelle che li emulano creando un effetto piuttosto veritiero. Le lampade orizzontali sono volute per creare l'impressione di un soffitto verticale e il legno a parete assomiglia effettivamente a un pavimento. Il risultato finale però è piuttosto sorprendente.

Via | Fastcodesign

Coffeeshop D'Espresso Coffeeshop D'Espresso Coffeeshop D'Espresso Coffeeshop D'Espresso

  • shares
  • Mail