Il Padiglione Oman ad Expo 2015 parla di tradizione e futuro sostenibile

L'Oman sceglie il tema "Il patrimonio dei raccolti" per il Padiglione portato ad Expo 2015

Expo 2015 Oman


Expo 2015 Oman

È diviso in sezioni e racconta una storia di tradizione ma anche di futuro sostenibile il Padiglione che l'Oman porta ad Expo 2015. Il Sultanato omanita presenzia così all'Esposizione Universale del prossimo maggio con una maxi struttura articolata e dettagliata, in grado di colpire i visitatori con estetica e contenuti.

In risposta alla tematica di Expo "Nutrire il pianeta, energia per la vita", l'Oman ha scelto di improntare il suo Pavilion sul tema "Patrimonio dei raccolti", parlando della sua perfetta e minuziosa gestione delle risorse idriche.

Il Paese infatti sfrutta da secoli gli aflaj, un antico sistema di canali di irrigazione e dighe risalente a 2000 anni fa e che fa parte dei Patrimoni Unesco. Grazie a questo metodo l'Oman può vantare, nonostante il territorio roccioso e desertico, un buon livello di autosufficienza alimentare, destinato a implementarsi grazie all'innovazione.

Ed è proprio sull'equilibrio fra tradizione e tecnologia che si basa il racconto del Padiglione Oman, uno dei più grandi e forse anche più concettuosi di Expo. Su 2790 metri quadri di struttura andranno in scena infatti le quattro sezioni dedicate rispettivamente alle già citate risorse idriche, alle coltivazioni locali, alla pesca e all'ospitalità omanita.

Durante i sei mesi di Esposizione Universale sono previsti appuntamenti e iniziative volte a far conoscere colori e sapori dell'Oman sia in padiglione (es. attività di showcooking e di intrattenimento con cibo, musica e folklore nazionali) sia fuori, con l'attesa mostra fotografica “Oman, Harvest beyond landscapes” che sarà ospitata al Museo della Permanente di Milano dall'11 al 27 maggio prossimi.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: