Videoclip, New York Is Killing Me, il ritorno di Chris Cunningham

Dopo l'età dell'oro dei videoclip, alcuni registi, diventati celebri in quel periodo, si sono dati al cinema (vedi Anton Corbijn, Spike Jonze, Sofia Coppola), altri, celebrati allora per le loro opere più pop, sono tornati alla sperimentazione più pura.

È il caso di Chris Cunningham, autore di alcuni dei video più belli della scena elettronica inglese di fine anni novanta e soprattutto di alcuni indiscussi capolavori costruiti in collaborazione con Aphex Twin. A celebrare il suo ritorno, la scorsa settimana, ci ha pensato addirittura il MoMa di New York, con un'attesissima première del suo ultimo lavoro.

Si tratta del remix audiovisivo del brano "New York Is Killing Me" del poeta e musicista newyorkese Gil Scott-Heron. Suoni e immagini vanno di pari passo, i rumori del treno nei sotterranei della metropoli diventano traccia ritmica che accompagna la voce di Heron, le luci intermittenti dei vagoni sono il loro compendio visivo, sempre sincronizzati, sempre più rarefatti, sospesi nel buio.

Dopo aver diretto due anni fa lo splendido spot per Flora, il profumo di Gucci, per cui ha anche arrangiato e prodotto una nuova versione del famoso brano I Feel Love di Donna Summer, e dopo diversi progetti come produttore musicale, sembra che Cunningham stia lavorando ora al suo primo "audiovisual album". Aspettiamo trepidanti.

  • shares
  • Mail