Sanremo 2015, la scenografia dell'Ariston a cura di Riccardo Bocchini

Si ispira alla campanula la scenografia di Sanremo 2015, progettata dall'architetto Riccardo Bocchini


Sanremo 2015 scenografia

Italia attaccata al televisore per Sanremo 2015, la kermesse musicale che da 65 anni diletta le famiglie del Belpaese e Designerblog non poteva mancare di commentare la scenografia, da sempre complemento e completamento della parte musicale.

Il merito di quest'anno per l'architettura del palco dell'Ariston va a Riccardo Bocchini, già designer per molti altri programmi firmati Rai (per citare i più noti: Tale e Quale Show, Premio Barocco, I Soliti Ignoti), che ha dato un'aria più moderna alle classiche composizioni floreali della riviera ligure, trasformando il teatro in una maxi campanula hi-tech.


Il pistillo di questo immenso fiore tecnologico è un ledwall curvilineo, che fa da sfondo all'ingresso degli artisti e che permette a questi ultimi, attraverso una scalinata interamente realizzata in vetro, di fare l'entrata direttamente sul palco oppure attraverso un ballatoio.

L'orchestra è stata poi messa in posizione primaria, occupando lateralmente il palco rispettivamente con la sezione sinfonica e ritmica. Mentre a rendere più prezioso il tutto ci pensano decorazioni in velluto impunturato con scristalli Swarovski.

Sanremo_2015_scenografia

E la scelta dei riflessi non è casuale, visto che mai come quest'anno la scenografia si completa con le luci e la grafica video. Infatti per questa edizione ogni cantante potrà avvalersi di una sua videoclip personale, studiata in concistoro dal team di scenografi, regia e tecnici di Sanremo.

Un po' di merito va anche al direttore artistico Carlo Conti, il quale, secondo quanto detto dallo stesso Bocchini, ha dato gli input giusti e ha seguito il progetto scenografico in ogni sua parte. E il risultato dobbiamo proprio ammettere che ci convince, nonostante i fiori veri, a cui tutti siamo affezionati, non ci siano.

Diciamo che l'Ariston quest'anno è così bello che ci accontentiamo di un'unica maxi campanula.

  • shares
  • Mail