Un appartamento newyorkese sospeso fra passato e presente


Stefan Boublil ha progettato questo appartamento al 61esimo piano di una torre newyorkese affacciata su Central Park: nel suo intento, gli interni sono un'ode agli anni '80, periodo di costruzione dell'edificio.

Pensato per ospitare quattro persone, l'appartamento in realtà offre un'immagine di sè quasi sospesa tra un passato tradizionale, fatto di legno massiccio (come quello della libreria o del letto matrimoniale) e segreti nascosti nei mobili, e un presente decisamente contemporaneo, con alta tecnologia incorporata e invisibile, linee e arredi stravaganti, finestre a tutt'altezza che in ogni stanza incorniciano un paesaggio metropolitano da cartolina.

In realtà questo dualismo ricalca quello pensato per la destinazione d'uso: zona giorno e notte sono stati ideati per un gusto adulto e votato al classico, mentre le camere destinate ai bambini si proietta verso un presente declinato forse già al futuro.

Via | CoolBoom

  • shares
  • Mail