Cristalplant Design Contest 2015, come partecipare al concorso

C'è ancora tempo per poter partecipare al Cristalplant design contest, il concorso giunto alla sua settima edicione che prevede due categorie di progettazione. Ecco i racconti dei vincitori precedenti.

Cristalplant-Design-Contest-2015

Cristalplant Design Contest 2015 è il concorso di design giunto alla sua settima edizione. Come sempre sono proposte due categorie di progettazione per le quali i designer possono presentare i loro progetti, che andranno consegnati entro il 12 gennaio 2015: il concorso ha come obiettivo di permettere ai creativi di esprimere la loro creatività, utilizzando il Cristalplant Biobased come materiale base di prodotti ispirati allo stile di Antoniolupi.

I progettisti, che possono presentarsi singolarmente o in gruppo, inviando anche più proposte per le due categorie, si possono dividere in due gruppi: una sezione è dedicata agli "Young Designer", giovani creativi nati dopo il primo gennaio 1980, chiamati a progettare una linea completa o prodotti indipendenti per l'arredo bagno in Cristalplant Biobased, abbinandolo anche ad altri materiali. Dal progetto sono esclusi sanitari e piccoli accessori.

La seconda sezione è quella dedicata ai Senior Designer, nati prima del primo gennaio 1980, chiamati a presentare prodotti indipendenti per l'arredo bagno per la categoria contract, con le stesse clausole della categoria precedente.

I progetti verranno giudicati da una giuria composta da personalità del mondo del design e dell'arredamento e i migliori progetti saranno premiati in occasione del 54esimo Salone Internazionale del Mobile di Milano, in occasione del Fuorisalone. Inoltre saranno realizzati in prototipo e poi inseriti nel catalogo Antoniolupi.

Paolo Cappello, Mario Ferrarini, Gabriele Rosa, i tre vincitori delle edizioni precedenti del Cristalplant Design Contest, ci raccontano perché partecipare al contest. Il primo a parlare è Paolo Cappello:

Perché consiglierei a un giovane di partecipare al Cristalplant® Design Contest 2015? Molto
semplicemente perché rappresenta una reale opportunità di lancio, nonché un modo per lavorare a stretto contatto con note aziende, cosa che non capita tutti i giorni. Vale la pena di giocarsi tutte le carte per farcela.

Mario Ferrarini e Gabriele Rosa, invece, sono d'accordo sul fatto che

il contest è un modo per mettersi alla prova lavorando con un materiale innovativo e confrontandosi con le reali esigenze del mercato, che non sono puramente estetiche.

Per maggiori informazioni vi rimando al sito Cristalplant.

  • shares
  • Mail