Jabulani: com'è fatto il pallone di Adidas per i Mondiali 2010

Jabulani making of

Criticato, anzi no: criticatissimo. Non passa giorno che qualche calciatore non si lamenti di Jabulani, il pallone prodotto da Adidas in occasione dei Mondiali in corso in Sud Africa. Aveva iniziato Julio Cesar con una dichiarazione pesante: "Sembra uno di quei palloni a buon mercato che si comprano al supermercato. Quello che tutti vogliono vedere sono i gol, e chi ne fa le spese sono i portieri", riferendosi alla presunta leggerezza e al conseguente facile cambio di traiettoria.

Ha continuato Messi, sponsorizzato proprio da Adidas che però 'stavolta ha risposto con una frecciata ironica: "Siamo sicuri che Lionel Messi si abituerà al pallone e continuerà ad avere prestazioni straordinarie al Mondiale". Errore di design e progettazione o semplice cambio dei parametri?

Il pallone, sostengono dalla casa madre, risponde agli standard Fifa ed è stato sottoposto a test intensi dall'Università di Loughborough per dimostrarne l’estrema stabilità e precisione. Da un punto di vista strettamente estetico è sicuramente un buon oggetto (gusti personali a parte), nel video che trovate di seguito, le immagini per osservarne l'assemblaggio dall'inizio alla fine. Design industriale riuscito o eccesso di sperimentazione? Ai calciatori -e ai vostri commenti- l'ardua sentenza.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: