Lancia cambia logo



Come forse avrete già letto dagli amici di Autoblog la Lancia ha deciso, a poche settimane del lancio del nuovo logo Fiat, di cambiare a sua volta immagine coordinata, affidandosi come la stessa mamma Fiat alla agenzia Robilant Associati.
Il cambio del logo coincide con il centesimo anniversario di Lancia e accompagna tutta una serie di iniziative che l'azienda dell'auto sta promuovendo per rilanciare la sua immagine.

"Rilanciare la sua immagine" questa bella frase che fa godere tutti i direttori marketing del gruppo Fiat (e non). Questa meravigliosa corsa al rinnovamento! o forse piuttosto questa cieca caduta di stile?

Osservando i due loghi vicini, come li ho accuratamente montati nell'immagine che accompagna questo articolo, non si può che rimanere basiti dal lavoro fatto. Certo è ben fatto. Ben fatto se si parla di tecnica. Non si può dire che non sia bilanciato, non si può dire che non funzioni anche monocromatico, addirittura rispetta la forma del vecchio logo per potere riutillizzare il più possibile nella difficile operazione di rebranding delle concessionarie e di tutto quello che ci gira attorno. Poi tutti quei riflessi e cromature nel logo da presentare al pubblico, un capolavoro di abbindolamento, con questi effetti 3D oggi si puo' far piacere qualunque logo, vanno di moda, piacciono.. è giusto così forse, l'importante è convincere.. o forse no?

Dov'è l'anima Lancia? Dove diavolo è finita la bandiera con il cognome Lancia, sorretta (guardacaso!) da una lancia? dov'è lo storico volante a quattro razze Lancia? Insomma dov'è finita la storia, la tradizione, la cultura stessa che tanto piace sbandierare ai suddetti direttori marketing?

E' morta, svanita. Il nuovo logo è un logo senz'anima, certo la tipografia LANCIA si legge meglio ora.. che grande innovazione! ma è un logo povero, senza personalità: potrebbe tranquillamente essere il logo di un qualunque produttore di auto cinese! ci credete che guardando per la prima volta il morfing del sito ufficiale Lancia ho letto DACIA sul logo che spuntava dalle ceneri del vecchio?

Ecco, il nuovo logo Lancia invece di puntare sulla tradizione acquisita (e sono anche i 100 anni...) punta a cancellare tutto a "rinnovare" e passa magicamente da un marchio storico e prestigioso ad un'immagine di "wanna be", un po' come tutti quei marchi lussuosi moderni che si propongono ai propri clienti senza un'anima e senza una storia.

Da Lancia a Lexus in un batter di mouse, complimenti ai designer.

ADDENDUM:
Una cosa che volevo scrivere, ma che ho poi scordato: cos'è questa mania nei nuovi loghi/marchi del gruppo Fiat di unire le lettere? una nuova moda lanciata da Robilant (l'agenzia che li segue in questo)? Finchè si tratta di un nome di modello come "Bravo" è un conto (bella idea: rende la dinamicità ottimamente) ma un brand come Lancia no.
Quella "L" e "A" attaccati che formano un'unica figura non rendono il tutto più elegante, rendono solo pericolosa la leggibilità: difficile, ma di primo acchito ci si può leggere "IANCIA", soprattutto visto che parliamo di un logo che ha poco del vecchio e che la lettera unita è una "L".

UPDATE:
Gli amici di Brand New parlano anche loro del rebranding di Lancia con opinioni molto discordanti dalla mia. Ignoranza (nel senso buono) anglosassone verso la storia Lancia abbandonata o semplicemente hanno ragione loro? piccola discussione nei commenti del post

  • shares
  • Mail
41 commenti Aggiorna
Ordina: