Biennale di Architettura di Venezia, Massimo Banzi protagonista con Arduino

Massimo Banzi protagonista della Biennale di Architettura di Venezia, grazie alla sua scheda elettronica Arduino: ecco perché la sua opera è stata scelta per il grande evento.

Arduino è una scheda elettronica ideata da Massimo Banzi e dal suo team. Questa piccola invenzione tecnologica è stata scelta dai curatori della Biennale di Architettura di Venezia per una speciale esposizione. Nel 2005 vennero ideai i primi prototipi, che poi vennero "migliorati" dall'artigiano Ludovico Apruzese, della System Elettronica, che ha creato Arduino come lo conosciamo oggi, vale a dire un circuito stampato dal colore blu che, secondo quanto ricordato da Massimo Banzi

sta rimodellando il mondo della tecnologia e del design con il sistema di collaborazione dell’open source.

I curatori della Biennale di Architettura di Venezia hanno scelto questa invenzione

come esempio dell’open source e del sistema collaborativo che sta rimodellando il mondo della tecnologia e del design.

Enrico Bassi, curatore della mostra dedicata, sottolinea che la scelta di presentare questa invenzione è stata perfetta, per poter spiegare le potenzialità di Arduino per diventare artigiani digitali o dei maker: questo microcontrollore programmabile, come ha spiegato il designer delle Officine Arduino, può essere usato per poter creare dei progetti interattivi, potendo sfruttare un software semplice che fa diventare la programmazione accessibile a tutti, anche ai non addetti ai lavori, oltre che ai giovani.

La forza di Arduino è la community, perché la scheda è completamente open source, con i codici liberi, cosa ha facilitato la diffusione dei progetti in rete. E Arduino è anche open hardware quindi tutti possono utilizzare gli schemi per costruirla o modificarla con licenza Creative Commons. Il suo sistema è basato sulla condivisione delle conoscenze

E a dimostrazione del fatto che la forza del prodotto è proprio l'unione di più "personalità", sappiate che le schede sono prodotte ancora nel Canavese, mentre la progettazione è internazionale, con un team composto da americani, indiani, spagnoli, italiani e professionisti di molti altri paesi del mondo.

Arduino

Foto | Pagina Facebook Arduino

Via | Startupitalia

  • shares
  • Mail