Sono schiavo del mio computer?

Il giovane designer olandese Floris Douma si è appena laureato alla Design Academy di Eindhoven con una tesi dal titolo Self Surveillance. Il progetto, un percorso introspettivo sul rapporto uomo-macchina nell'era del web 2.0, ha spinto Douma a monitorare la sua attività online con l'obiettivo di rispondere ad un interrogativo legittimo quanto inquietante: "Am I slave of my computer?"

Per valutare lo stato della sua dipendenza, Douma ha tracciato tutta l'attività su Internet effettuata nel corso di una settimana: dal traffico della casella mail, alla conversazioni in chat o via skype, ai file scaricati o uploadati, fino al tempo passato a spiare, in una sorta di nuovo convolgente voyerismo, i profili altrui su Facebook o Twitter.

La conclusione della tesi? Di fatto è aperta. Ma giudicate voi guardando il filmato, che raccoglie più di 10.000 istantanee sui diversi momenti della sua coesistenza con il pc. Il progetto è stato esposto nei giorni del Salone del Mobile nell'ambito di "Questions", l'esposizione organizzata dalla Design Academy di Eindhoven.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: