Salone del Mobile: Gaetano Pesce e i tavoli di un'Italia divisa (per i 150 anni dell'unità)

Sessantuna di Gaetano Pesce per Cassina

Un'Italia in pezzi. Spezzettata, disarticolata, divisa. Una metafora attualissima dei nostri giorni? Così sembrerebbe pensarla Gaetano Pesce, che da bravo italiano emigrato a New York si diverte a realizzare 61 tavoli in resina ispirati al Bel Paese.

Ogni tavolo, da solo, resta una indistinta porzione di territorio, neanche identificabile in una geografia riconoscibile (che so, la Sicilia o la Sardegna); tutti insieme, però, ricompongono il quadro ricostruendo e rappresentando una penisola finalmente ricongiunta.

Unita o divisa che sia, il tricolore rimane sempre in vista e funziona come caratterizzazione iconica del pezzo. Nazionalpopolare? Senz'altro, ma pur sempre in serie limitata. Sessantuna, da Cassina (via Savona), sarà consegnata il prossimo anno in occasione dei 150 anni dell'unità d'Italia.

Sessantuna di Gaetano Pesce per Cassina
Sessantuna di Gaetano Pesce per Cassina
Sessantuna di Gaetano Pesce per Cassina
Sessantuna di Gaetano Pesce per Cassina

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: