I lampadari di Stuart Haygarth



Stuart Haygarth fa il designer da pochi anni, dal 2005 per essere precisi.
Prima lavorava come fotografo e nel tempo libero raccoglieva rottami di ogni genere e oggetti di scarto, con i quali ha cominciato a costruire lampadari che in breve tempo hanno attirato l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori.
Dalla raccolta di rifiuti e oggetti banali nascono così opere come "Tide chandelier" (foto sopra), uno dei primi lampadari di Haygarth, realizzato con pezzi di plastica trovati sulle spiagge del Kent.
Di seguito trovate altre foto dei più famosi progetti del designer inglese.

"Disposable chandelier", realizzato con 416 bicchieri di plastica usa e getta.



"Twenty Twenty", decorato con centinaia di lenti e montature di occhiali rotti.



"Cosmic Burst", realizzato per i negozi Mac Cosmetics di New York e Los Angeles.

Per approfondire ulteriormente, qui c'è anche una breve intervista.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: