Armed America


Kyle Cassidy è uno scrittore freelance, comincia a fotografare nel 1999 e da allora i suoi scatti sono stati pubblicati da testate come il New York Times, il Baaron's Financial e il Philadelphia Inquirer.
Nel 2004 a cavallo delle elezioni presidenziali che vedranno la rielezione di George W Bush comincia a ritrarre persone armate, da subito la sua mail box è sommersa di offerte di persone che vogliono essere fotografate in compagnia dell'inseparabile pistola o fucile automatico.
Si stima che negli Stati Uniti d'America ci siano 192.000.000 d'armi da fuoco e che ne possieda almeno una il 39% della popolazione.
Il complesso rapporto tra armi e cittadini nel nord America è già stato abbondantemente analizzato nel documentario del regista Michael Moore "Bowling for Columbine" ma la ricerca di Kyle è un'altra cosa, non si tratta di un'indagine sulle armi ma sulle persone che le possiedono.
Attraverso le immagini contenute all'interno di armed america, che costituiscono un piccolo abstract del libro, emergono soggetti diametralmente diversi l'uno dall'altro, crollano gli stereotipi, si finisce per non capirci più niente e forse è proprio questo il messaggio che Kyle voleva darci.

  • shares
  • Mail