Arredamento di design: Joe Velluto reinventa la motocicletta

Joe Velluto reinventa la motocicletta rendendola un complemento d'arredo originale

Joe Velluto reinventa la motocicletta per un arredamento di design

In occasione della Milano Design Week, lo studio di design italiano Joe Velluto ha cooperato con la casa motociclistica italiana NorthEastCustom, che si occupa di revisione e costruzione di moto su misura, per realizzare un complemento d’arredo a forma di moto, utilizzando legno e lana al posto della plastica, del metallo e del vetro, per un arredamento di design autentico e stravagante.


Joe Velluto reinventa la motocicletta per un arredamento di design

La motocicletta è stata esposta alla Triennale di Milano, ispirata al mondo del mobile per diventare un oggetto d’arredo da ammirare in tutta la sua bellezza. Telaio blu e struttura quasi completamente in legno, caratterizzati dalla presenza di un motore, rendono la motocicletta presentata da Joe Velluto una perfetta combinazione tra stile inusuale e design sportivo. Il team di produttori dichiara che la moto, solitamente classificata come simbolo di mobilità, è ora immobile, radicalizzando la sua visione.

La maggior parte dei componenti dell’oggetto è stata danneggiata e reinventata utilizzando elementi che provengono dall’ambiente domestico. La luce trae ispirazione dalle più comuni lampade da tavolo, collegata a un braccio articolato che le permette di essere spostata in più direzioni. Il serbatoio della benzina è stato sostituito da una ciotola in vetro, la quale sporge fuori dalla struttura in legno che abbellisce la motocicletta. Il vetro, soffiato da Massimo Lunardon, è dotato di un tappo di sughero che può essere utilizzato anche come vaso.

La seduta, solitamente realizzata con pelle imbottita, viene creata con l’utilizzo di feltro. Il contachilometri è stato sostituito da una versione minimal di un abaco, con tre sfere di legno montante su un pezzo di metallo. Al posto della doppia sospensione viene utilizzato un unico ammortizzatore, costituito da un pistone lucido collocato sotto la parte posteriore della sella.

Joe Velluto dichiara che la scelta dei materiali è completamente diversa rispetto a quella originale del motoveicolo, trasformando un comune mezzo di trasporto in un complemento d’arredo caratterizzato da buon gusto artigianale e meno industriale, dallo stile eccentrico e bizzarro: un’ottima idea per gli amanti delle moto di arredare uno spazio anonimo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: