Boone Oakley, usare creativamente YouTube

A forza di parlare di video virali, di contenuti che si diffondono da soli, di notizie che si autoalimentano, a volte non sappiamo più di cosa stiamo parlando. Qual è la vera forza di questi video? E poi alla fine a cosa servono?

Servono naturalmente a farsi conoscere. Lo studio grafico americano Boone Oakley ha escogitato un metodo, magari un po' macchinoso, ma piuttosto innovativo, di diffondere il proprio portfolio, sfruttando in maniera non convenzionale le tecnologie a disposizione di tutti: invece che disegnare un sito web, ha montato un video, con pochi disegni a mano.

Poi lo ha caricato su YouTube e ha creato un sistema interno di link e rimandi, proprio come fosse un sito, ma utilizzando l'applicazione che permette di creare annotazioni su singole parti del video che diventano cliccabili e portano ad altri video e ad altri contenuti. E ha trovato un modo per far parlare di sé.

Via | Dontworrybecreative.it

  • shares
  • Mail