L'ufficio riciclato di The Practice of Everyday Design

TheMobileOffice

Giovani e agguerriti, Antoine Morris e David Long sono due studenti di architettura che hanno deciso di unire le forze e dare il via a The Practice of Everyday Design. Il nome che hanno scelto per la loro partnership dice già molto della loro volontà di andare caparbiamente contro gli schemi, facendo confluire installazione, product design, e -appunto- architettura.

Un approccio non convenzionale, decisamente energico e pronto a dare nuova vita ad oggetti banali o in disuso attraverso la creatività e il design. Per non smentirsi, i due sono partiti proprio dal loro spazio di lavoro. Luogo delicato e importante che hanno invaso con il primo, intelligente progetto.

The Mobile Office è stato costruito interamente con materiali di scarto, all'interno di un solo ambiente. Gli unici oggetti acquistati sono stati quelli che tengono insieme la struttura. Un unico blocco in cui sono confluiti tutti i ripiani, i contenitori e i mobili. Il tutto, come suggerisce il nome, su ruote. Cosa che gli garantisce più spazio per la realizzazione pratica dei progetti e -dicono- per ballare durante i party che organizzano. Di seguito, la gallery della loro idea.

L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design
L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design
L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design
L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design
L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design
L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design
L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design
L'ufficio mobile di The Practice of Everyday Design

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: