A Bruxelles, la casa di un'ereditiera arredata da Andreé Putman

La casa di un'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman

E' un mix di eccentricità ed eleganza formale il risultato della ristrutturazione, a Bruxelles, del duplex di un'ereditiera firmato da Agence Andrée Putman. Come non riconoscere nelle immagini il gusto di questa icona del design contemporaneo, da decenni sulla cresta dell'onda e ora in partnership con la figlia Olivia?

Elementi molto sobri, come i divani su misura in pelle e seta o il tavolo nella sala da pranzo disegnato, insieme alle sedie, da Martin Szekely, si alternano ad elementi decorativi bizzarri come una collana in vetro di Murano o una lampada geisha disegnata da Garouste & Bonetti, tutte oversize. Qua e là, alcuni arredi pop come pezzi di Eero Arnio e Alessandro Mendini. In cucina, lampade in porcellana bianca di Cecilie Manz.

Ma il vero coup de téatre arriva sul tetto, dove una splendidida piscina affacciata sui tetti della capitale belga non rinuncia al tocco di un artista, come per il decor di pesci realizzato da Marcin Sobolev.

Via | Home Rejuvenation
Foto | Eric Laignel

La casa di un\'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman

La casa di un'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman
La casa di un'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman
La casa di un'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman

La casa di un'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman
La casa di un'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman
La casa di un'ereditiera a Bruxelles disegnata da Andrée Putman

  • shares
  • Mail