Maxxi Architettura, al via la Roma del futuro

maxxi-roma

Inaugurazione emozionata, stamattina, per il Maxxi di Roma, il museo delle arti del XXI secolo che vede la luce dopo una gestazione durata 11 anni. Tanti ne sono passati, infatti, da quando l'architetto Zaha Hadid si aggiudicò il concorso per la realizzazione del nuovo polo museale capitolino tutto dedicato al contemporaneo. E pure a qualcosa di più. L'ambizione non nascosta di curatori e direttori, infatti, è sempre stata quella di traghettare la città di Roma verso il suo futuro prossimo, sia grazie al nuovo innesto architettonico nel tessuto urbano, sia grazie alle nuove collezioni e esposizioni temporanee dedicate al nuovo che avanza, nelle arti plastiche come nell'architettura.

E il design? Ci sarà spazio anche per quello. Il Maxxi Architettura, infatti, ha già acquisito nella sua collezione gli archivi di progettisti, tra gli altri, del calibro di Carlo Scarpa, Aldo Rossi, Italo Rota. Inoltre, l'attenzione alla disciplina sarà garantita da esposizioni temporanee che si distingueranno anche per l'approccio trasversale con gli altri ambiti operativi del museo, con un'attenzione particolare alle punte di diamante del made in Italy.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: