L’anima eco di Lema

Risparmio energetico e sostenibilità ambientale, tutela dei lavoratori e riduzioni dei rischi di infortunio: tutte le certificazioni che definiscono il carattere ecologico di Lema

apertura_2

Lema è famosa per il servizio d’eccellenza custom-made e per andare incontro a ogni minima esigenza del cliente e della sua abitazione; e anche a livello stilistico, gli standard mantengono il massimo livello con attenzioni all’estetica che mescolano innovazione e artigianalità al top, infondendo agli ambienti quel sottile e raffinato calore che solo le tonalità mediterranee sanno dare. Ma c’è un altro campo in cui Lema è imbattibile, un fattore che la posiziona automaticamente nel parterre dei nomi del design internazionale più all’avanguardia: la sensibilità per le tematiche ambientali.

Una sensibilità che si è espressa fin dalla progettazione dello stabilimento storico di Alzate Brianza (30mila mq) progettato da Angelo Mangiarotti e attivo fin dal 1970. Proprio qui, infatti, dove si concentra la produzione della divisione Casa, l’ultimo padiglione costruito è stato dotato di pannelli fotovoltaici in modo da renderlo energicamente autosufficiente.

L’azienda poi aderisce a una serie di certificazioni che la collocano negli standard di livello internazionale per ciò che riguarda l’attenzione alle tematiche ambientali e alle condizioni lavorative dei propri dipendenti; si tratta, in sostanza, di una filosofia di vita e di lavoro che tocca molti aspetti della produttività. Piccole sigle tecniche che ai profani non dicono molto, ma definiscono chiaramente il carattere ecologico di Lema.

Un forte tratto distintivo, sottolineato dalla certificazione ISO 9001, che garantisce il costante miglioramento dei prodotti e dei servizi per il cliente; e dalla certificazione ISO 14001, mirata al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale dei materiali utilizzati, ma in grado di garantire sempre la massima efficienza delle tecniche di produzione. Non manca poi l’attenzione diretta verso le condizioni lavorative all’interno dei suoi stabilimenti: la normativa BS OHSAS 18001, infatti, sancisce la tutela della salute dei lavoratori e la riduzione dei rischi di infortunio, così come la gestione delle emergenze e il perfezionamento delle condizioni di sicurezza.

Ma come se non bastasse a “giustificare” la giusta spesa di un acquisto made in Lema, c’è anche un ulteriore piccolo e importantissimo gioiello ecologico a donare quel tocco in più che fa la netta differenza rispetto alla maggior parte dei produttori di mobili nel mondo: il certificato FSC Mix, ovvero la garanzia che la materia prima utilizzata per questi mobili sia proveniente da foreste gestite in maniera responsabile, con il patrocinio del Forest Stewardship Council®, composto da comunità indigene, associazioni ambientaliste, scienziati, tecnici e industrie che lavorano e commerciano il legno.

Perché ancora oggi, più che mai sappiamo che se c’è un materiale del futuro, quello è proprio il caro vecchio legno! Trattiamolo bene, acquistando da chi ne rispetta la natura, come appunto Lema.

Lema Dettagli Prodotti

Foto in apertura: Getty Images

Iniziativa realizzata in collaborazione con Lema

  • shares
  • Mail