Il Guru Bar di Atene, firmato Klab Architects

Il team di designers greci capitanati da Konstantinos Labrinopoulos, firma un locale/meeting point nella capitale; l'anima del progetto prevede innanzitutto un totale restyling della facciata, interamente rivestita di una parete metallica arrugginita.

La prima volta che vedi Atene rimani colpito dalla prevalenza del colore bianco delle sue case, questa tradizione cromatica di antica valenza nasce per ottimizzare le condizioni climatiche delle abitazioni; è un tratt distintivo della capitale greca, un fattore caratteriale abilmente "sfruttato" dal team di designers Klab Architects, per la realizzazione del bar/ristorante/jazz house Guru. Il nome incuriosisce, e ti conduce al meccanismo dell'individuazione di un elemento che spicca tra gli altri.

Come un guru, questo locale si staglia tra gli edifici più o meno candidi del suo quartiere; anche se relativamente ridotto nelle dimensioni e incastonato tra un palazzo e l'altro, si nota subito in virtù delle sue facciate rusty. Infatti uno dei cardini di questo progetto è la totale rivisitazione degli esterni, che sono rivestiti di elementi metallici arrugginiti; un colore bruno rossiccio che ben si amalgama con l'identità locale, non stona affatto e però si fa ben notare.

Il tutto conservando la struttura originaria e ottimizzando gli interventi alla luce di una economia di mezzi e materiali; lo si evince anche negli interni, estremamente sobri e privi di orpelli, mantengono le tonalità neutre del calcestruzzo in un'atmosfera riscaldata dall'illuminazione soffusa nei toni del rosso. Il team di Klab Architects è stato inserito dalla rivista Wallpaper nella lista dei 20 "giovani" studi di architettura più promettenti del momento nel mondo, qui la pagina Facebook per visualizzare i loro ultimi progetti e qui il profilo Twitter ricco di contenuti sulla rassegna stampa e le ispirazioni per chi si interessa di re-design.

  • shares
  • Mail