Social design, vince il Made in Italy il Curry Stone Design Prize 2013

Il Curry Stone Design Prize 2013 ha assegnato i premi di questa nuova edizione dedicata agli attori e ai protagonisti del social design. Il Made in Italy, anche in questa occasione, ha dimostrato di non essere secondo a nessuno.

Curry Stone Design Prize 2013

Negli USA sono stati consegnati i premi dell'edizione 2013 del Curry Stone Design Prize, i premi del social design che hanno dimostrato che il Made in Italy riesce ancora a distinguersi con progetti e soluzioni che non sono secondi a nessuno. Il premio mondiale, con base negli Stati Uniti d'America e destinato alle migliori realizzazioni a livello globale del social design, ha infatti riconosciuto a Tamassociati importanti riconoscimenti per la realizzazione di architetture innovative e di impatto in grado realmente di migliorare la qualità della vita.

Lo studio aveva già vinto il Premio Aga Khan Award for Architecture 2013 ed ora si porta a casa questo nuovo importante riconoscimento nel social design, a dimostrazione di essere ormai uno dei nomi di riferimento nel settore del social design.

Tamassociati, insieme agli studi Hunnarshala (Bhuj, India) e Proximity Designs (Yangon, Myanmar), si aggiudica la sesta edizione del premio: il riconoscimento è stato dato per le realizzazioni in Africa per la Ong Emergency. Il brand è stato in grado di tradurre in realtà le aspettative e le esigenze del committente, facendo molta attenzione, come richiesto dall'associazione di Gino Strada, ai temi della sostenibilità e del diritto universale alla salute.

La costruzione di avamposti sanitari in queste aree, in grado di fornire assistenza medica gratuita ai pazienti, è di per sé una rivoluzione concettuale. L’ospedale diviene, già in fase di concepimento, un soggetto politico attraverso il quale rivendicare il diritto alla dignità, alla salute, alla vita, all’ambiente, alla bellezza. Da sempre per noi è importante re-inventare un'architettura civile capace di ritrovare nelle proprie consuetudini progettuali etica e creatività, diritti e innovazione, bellezza e futuro, partecipazione e consapevolezza.

Queste le parole del gruppo in merito ai progetti che sono stati premiati.

  • shares
  • Mail