Luce e design: l'installazione gialla di Fos

Una parola greca "Fos" che significa lice, è il nome dell'installazione dipinta che illumina l'ingresso di un piccolo ristorante vegetariano di Madrid. Un colorato stratagemma per farsi meglio notare e, forse, per risparmiare sulla bolletta...

Chi ha fatto il liceo classico lo sa: Fos in greco significa luce. Ma vuole anche dire "fuso, colato" in lingua catalana, ed è proprio il nome dell'installazione del gruppo multidisciplinare omonimo con base a Madrid e Barcellona. Per decorare l'ingresso di un piccolo ristorante vegetariano in calle de Lope de Vega, si sono inventati uno stratagemma visuale a metà tra l'illusione ottica e il pezzo di street art: la parete è fintamente illuminata da un fascio di luce giallo intenso, in realtà una semplice colata di colore.

Il gioco di prospettive cromatizzate coinvolge, oltre alla grigia parete, anche gli arredi esterni del locale e decisamente riveste di luce il punto di entrata; l'esperimento però è durato solo qualche giorno, giusto il tempo di testare le reazioni del pubblico che passava da quelle parti. Anche perchè la colata di colore era in sostanza del semplice nastro adesivo, mentre soltanto le poche suppellettili esterne soni state dipinte con lo stesso tono. In questa pagina potete vedere le varie fasi del work in progress di questo team di architetti e designers di interni composto da Eleni Karpatsi, Susana Piquer and Julio Calvo; uniti nel progettare situazioni di design e di puro divertimento.

  • shares
  • Mail