Lema: il sistema T030, design Piero Lissoni

Il sistema giorno T030, disegnato da Piero Lissoni, è uno degli esempi più eclatanti di versatilità secondo i canoni del Lema style. Dove moduli e asimmetrie vanno a comporre un mobile funzionale al top, per creare una zona living squisitamente moderna.

Uno dei punti di forza del design firmato Lema, uno dei suoi cavalli di battaglia, è l’arredo della zona living; perché, che si tratti del salotto di casa o della stanza riunioni dello studio, conferire un tocco di classe e di eleganza avventurandosi oltre i confini del semplice arredo, non è affatto cosa facile.
Lema propone una soluzione particolare, che in realtà si adatta benissimo a tutta la casa (nessun ambiente escluso), uno stratagemma visivo per il relax dello sguardo di chi nell’ambiente in questione ci passa una certa quantità di tempo nel quotidiano: si chiama T030 ed è il sistema giorno disegnato da Piero Lissoni. L’architetto e designer è stranoto nel mondo della progettazione di massimo livello per il carattere contemporaneo e minimale e per il sapore modernista che ammantano sempre le sue creazioni.

Il sistema giorno T030 muove dal concetto base di arredare rivolgendo un’attenzione precisa al senso di ordine e modularità, ma allo stesso tempo mantiene un certo indomito carattere.
È composto da un mix di elementi (contenitori, mensole e pensili) dalla versatilità totale, visto che possono essere appesi o appoggiati a terra, secondo le esigenze o la creatività del momento.

È un sistema la cui estrema contemporaneità è evidenziata dall’essere dotato di moduli progettati per alloggiare le apparecchiature elettroniche. Infatti, alcuni suoi scomparti sono pensati specificamente per soddisfare tutte le modalità di connessione degli apparecchi elettronici di ultima generazione. E non solo. É previsto anche uno speciale sistema di ripetizione del segnale, che permette l’esecuzione dei comandi anche ad ante chiuse. Tutto questo, tradotto, significa: “Niente cavi in vista!”.

Il sistema giorno T030 è un’avvincente serie di incontri tra linee verticali e orizzontali, che dallo schematismo dei vuoti e dei pieni, esprime una grande energia. I pensili a giorno e i contenitori, le panche e il ritmo dei piani e infine, la presenza o meno – a libera scelta – dei pannelli, fanno il resto del gioco, ovvero: libertà assoluta di reinventare l’ambiente grazie al variare di larghezze e profondità, e di giocare con l’infallibile (decorativamente parlando) palette di Lemacolortrend. Tutto questo è, in nuce, lo spirito Lema: adattabilità e possibilità infinite.

Con questi presupposti, nell’abile mix degli elementi, si capisce che è estremamente semplice ottenere una parete a effetto. Ora non dovete far altro che accomodarvi qualche istante a rimirare la composizione scelta, per decidere il tocco finale; saranno dei bei libri d’autore, un ricordo speciale da terre lontane, oppure memorabilia musicali, oggetti del cuore… chi può dirlo!

Sta solo al vostro estro completare l’opera! Anche perché tra le assolute novità di quest’anno, c’è un nuovo servizio proposto da Lema: una serie di composizioni chiuse da terra e a parete, che utilizzano i moduli del sistema T030 con la possibilità di cambiare i colori delle ante e di valorizzare anche gli ambienti di dimensioni ridotte.
Le composizioni fisse, che offrono madie, contenitori e configurazioni a parete, sono state appositamente studiate per facilitare la fase di progettazione e per contenere i costi.

Iniziativa realizzata in collaborazione con Lema.

Lema sistema giorno T030

  • shares
  • Mail