A casa di Juan Gatti, art director e fotografo

A casa di Juan Gatti, art director e fotografo
La casa di Juan Gatti, art director e fotografo, si trova a Buenos Aires, nel verde del Retiro ed è un attico pieno di pezzi di design e di carattere.

Sotto all'imponente finestra inclinata, troviamo il primo angolo conversazione, composto dal lettino in pelle capitonnè firmato Mies van der Rohe, accompagnato da due poltroncine danesi e da un tavolino in legno e cristallo disegnato da Carlo Mollino. Ma il soggiorno vero e proprio si articola in altri spazi, resi scenografici dalla presenza di pezzi da collezione.

Innanzitutto dal soffitto del soggiorno pende uno dei grandi Mobiles di Alexander Calder; poi troviamo un divano scamosciato realizzato su misura e due poltrone di Finn Juhl. Completano l'ambiente il camino originale anni 30, la Womb Chair con pouf di Eero Saarinen, il tavolino di Carlo Mollino e il grande tappeto che riproduce un quadro di Victor Vasarely.

Dietro alle poltrone di Finn Juhl, c'è lo studio, provvisto della sua personale area relax: disegnato dall'architetto Carlos Rivadulla, questo ambiente è caratterizzato da una boiserie che riveste ogni cosa e da mobili realizzati interamente su misura. La sedia in alluminio su ruote è degli Eames. La zona pranzo è un altro concentrato di design: tavolo di Eero Saarinen, sedie di Charles & Ray Eames, lampada a soffitto anni '60 e l'orologio Spole di Habitat a parete.

Via | GraziaCasa
A casa di Juan Gatti, art director e fotografo A casa di Juan Gatti, art director e fotografo A casa di Juan Gatti, art director e fotografo A casa di Juan Gatti, art director e fotografo A casa di Juan Gatti, art director e fotografo

  • shares
  • Mail