Il tempio del rock in una casa di design

Il tempio del rock in una casa di design
Siamo a Milano e questo appartamento, ideato dall'architetto Massimo Rosati e arredato con mobili di design, rivisita in chiave moderna l'amore per il rock.

In soggiorno, dove divani in pelle bianca Gilde di Mauro Lipparini per Bonaldo e la chaise longue LC4 di Le Corbusier per Cassina costituiscono le sedute, troneggia una lampada da terra, la The Great JJ di I Tre, su un originale coffee-table di Cory Grosser per MDF, Intersection. Ma a dare il tocco rock all'ambiente sono, sulla libreria su misura di Doc Mobili, una scritta illuminata inneggiante a Elvis e poster originali di film anni '60.

Anche la cucina, aperta sul soggiorno, testimonia l'amore per quella musica intramontabile che ha scosso cuori e menti negli anni '60 e '70: i mobili, realizzati su disegno da Flema e corredati da un armadio cinese, sono solo lo sfondo neutro per esaltare le stampe e i decanter americani in porcellana, dedicati a Elvis. Il tavolo è sempre di Flema, mentre le sedie sono le Orbit di Gruppo Sintesi.

Nello studio, sopra un mobile-contenitore in metallo bianco di Ikea, e dentro a vetrinette espositive nere, sono presenti alcune delle 300 action figures provenienti da tutto il mondo, che popolano la collezione dedicata a Elvis Presley del proprietario.

Via | AD
Il tempio del rock in una casa di design Il tempio del rock in una casa di design Il tempio del rock in una casa di design

  • shares
  • Mail