Il Premio Aga Khan Award for Architecture 2013 va allo studio italiano Tamassociati

E' uno studio italiano, con il suo centro ospedaliero Salam a Khartoum in Sudan, commissionato dalla ONG Emergency, ad aggiudicarsi il Premio Aga Khan Award for Architecture 2013. E' lo studio Tamassociati a ricevere questo importante riconoscimento.

Premio Aga Khan 2013

Il premio internazionale di architettura Aga Khan 2013 finisce nelle mani di un'azienda italiana: lo scorso 6 settembre, infatti, è stato dato l'annuncio del vincitore ufficiale di questo prestigioso awards. Si tratta dello studio italiano di progettazione Tamassociati, che si aggiudica il riconoscimento per un centro ospedaliero che sorge in Sudan.

Premio Aga Khan Award for Architecture 2013

Commissionato dalla ONG Emergency, il centro ospedaliero Salam realizzato da Tamassociati a Khartoum ha ottenuto il prestigiosissimo Premio Internazionale di Architettura Aga Khan 2013: più di 400 le candidature, ma alla fine a spuntarla è stata questa realizzazione, che è stata premiata per l'ideazione, la costruzione e l'impatto eco-sociale.

Del resto lo studio italiano di architettura Tamassociati è famoso a livello internazionale proprio per i suoi principi di progettazione etica, sociale e sostenibile. E la realizzazione di questo centro ospedaliero per conto di Emergency, l'associazione che si occupa di curare e salvare la vita delle persone nelle zone più difficili del mondo, è una dimostrazione che si tratta di un approccio che premia.

La giuria ha scelto il vincitore per la particolarità del progetto, oltre che per i metodi utilizzati per la sua realizzazione: l'ospedale, che oggi è attivo per più di 300 milioni di persone, è stato costruito con continue analisi tra gli obiettivi e le risorse effettivamente presenti in luogo. Il risultato è un centro totalmente gratuito, bello, innovativo, che segue i più alti standard internazionali nel settore della sanità.

  • shares
  • Mail