A casa di Mike Meirè, la vitalità eclettica tra pop e moderno

L'abitazione di Colonia di Mike Meiré

Nella casa di Colonia di Mike Meiré, artista e art director di origini fiamminghe, il fascino e l'originalità sono il risultato di una convergenza senza remore tra oggetti e stili dei più diversi, come modernismo, pop e pezzi vintage.

Alcuni esempi? Nella sala da pranzo, sopra il tavolo di Knoll disegnato da Saarinen e le sedie imbottite di Cappellini troneggia un'opera in rosa di Damien Hirst. Oppure nel salotto, dove ai fregi primo Novecento del palazzo, ubicato nel quartiere belga della città, si sposano punti luce eterogenei come un lampadario di Murano e uno di Serge Mouille.

Vasta, accogliente e funzionale la cucina, di Lissoni per Boffi, con isola centrale per dare vita ad un vero e proprio laboratorio culinario immerso di vasi di piante aromatiche. Non mancano infine pezzi di design più recenti, come la lampada Light Shade di Jurgen Bay per Moooi, sempre contaminati con elementi in contrasto. In un'esaltazione della vitalità a scapito di un iù freddo effetto vetrina.

Via | At Casa

L'abitazione di Colonia di Mike Meiré

L'abitazione di Colonia di Mike Meiré
L'abitazione di Colonia di Mike Meiré
L'abitazione di Colonia di Mike Meiré

L'abitazione di Colonia di Mike Meiré
L'abitazione di Colonia di Mike Meiré
L'abitazione di Colonia di Mike Meiré

  • shares
  • Mail