Lim Code, a Tokyo il salone da parrucchiere work in progress

lim-code-isolation-unit

Un nuovo progetto di Isolation Unit per un hair salon della catena LIM Code a Tokyo. Stesso concet di quello già inaugurato ad Osaka: tutti i parrucchieri, in una vera e propria logica di community, gestiscono in piena autonomia una postazione di taglio e piega. L'obiettivo della catena: favorire la personalizzazione dell'offerta, a pieno vantaggio di una consequente fidelizzazione del rapporto col cliente.

Per questo salone di Tokyo, specializzato su un target di giovani ventenni, è stata mantenuta la stessa continuità con un'estetica del non finito. Sono le superfici, in particolare, ad essere state lasciate spoglie e senza rivestimento, prediligendo una copertura molto ruvida in cemento a vista. A questo effetto da cantiere work in progress si sposano scelte rigorose per l'arredamento: sedie in legno naturale per le postazioni dei tagli organizzate intorno a specchi sospesi anche nel mezzo della stanza. Gli uffici e la reception, invece, sono allestiti in un container blu elettrico, che funge anche da separé con il salon vero e proprio. L'effetto finale? Interiors bare look ad un budget decisamente low cost.

Via | Dezeen
Foto | Takumi Ota

lim-code-isolation-unit

lim-code-isolation-unit
lim-code-isolation-unit
lim-code-isolation-unit

lim-code-isolation-unit
lim-code-isolation-unit
lim-code-isolation-unit

  • shares
  • Mail