A casa di Claudy Jongstra, sperimentatrice del feltro

A casa di Claudy Jongstra

Cosa aspettarsi dalla casa di una designer famosa per le sue sperimentazioni con i tessuti, tra cui una predilezione particolare per il feltro? Beh, sarà banale, certamente una scelta sapiente di rivestimenti, tappeti e tende. Nel caso di Claudy Jongstra il risultato va però oltre le aspettative, perchè la sua abitazione privata dimostra di incarnare un rapporto molto equilibrato tra scelta della cartella colori, materiali dei mobili e dei rivestimenti, privilegiando su tutto la restituzione di una suggestione materica molto spiccata.

La palette richiama molti toni desaturati del grigio, del panna e del ceruleo, a cui si sposano alcuni toni accesi tra cui l'ocra del tappeto e il marrone della coperta (entrambi della Jongstra). Legno a terra e sulle pareti della mansarda e rivestimenti in tadelakt (almeno così si direbbe) per il bagno. Tra i mobili, un grande classico di Rietveld, la Zig Zag chair, e uno sgabello Scrapwood di Piet Hein Eek.

Da segnalare anche che il Cooper Hewitt dedica proprio in questi giorni una mostra alle sperimentazioni nell'uso del feltro, di cui fanno parte anche alcuni lavori di questa designer olandese. Fino al prossimo settembre sarà possibile visitare “Fashioning Felt” negli spazi del celebre museo newyorkese.

Via | Les carnet du design

A casa di Claudy Jongstra
A casa di Claudy Jongstra
A casa di Claudy Jongstra
A casa di Claudy Jongstra

A casa di Claudy Jongstra
A casa di Claudy Jongstra
A casa di Claudy Jongstra

  • shares
  • Mail