Il ciclo naturale della cucina di Studio Gorm

flow kitchen

Una cucina che mette in circolo gli apporti sinergici di tecnologia e natura: i piatti messi a sgocciolare innaffiano le piante, mentre il bidone della spazzatura, che comunica attraverso il buco sul piano d'appoggio, è dotato di compost integrato. I rifiuti alimentari, in questo modo, si convertono in fertilizzante che può essere utilizzato per le piante.

Il progetto è stato sviluppato da Studio Gorm, un duo formato da John Arndt e Wohnee Jeong, tutti e due fuoriusciti dall'Eindhoven Academy. Non a caso, mi viene da pensare: l'approccio olandese, come al solito semiserio tra pretesto e razionalità, non viene smentito neanche qui.

Via | Dcasa

  • shares
  • Mail