Null Stern Hotel, quando il bunker nucleare si riconverte

Null Stern Holte

A volte gli svizzeri sono i più eccentrici. Prendete ad esempio i fratelli Frank and Patrik Riklin, a cui si deve l'idea di convertire un ex bunker nucleare in un curioso e frugale hotel per viaggiatori spartani, il Null Stern Hotel.

L'estetica del bunker è quanto di più evidente: il cemento è ovunque, il soffitto non è certo alto e la luce del sole è un ricordo che, una volta dentro, ci si lascia alle spalle.

Bizzarre anche le regole per la convivenza: la sveglia al mattino viene stabilita facendo una media delle ore di sonno necessarie per ciascun partecipante, mentre il letto viene assegnato attraverso un'insolita ruota della fortuna, realizzata con una ruota di bicicletta appesa al muro e dotata di mollette segnaposto.

Poco più che simbolici i prezzi del pernottamento: per la camerata bastano 7 euro, ma se doveste provare il desiderio di un po' più di comfort potrete sempre richiedere una suite per soli 15 euro. Quando mai il lusso è costato così poco?

Via | Oddculture

Null Stern Holte

Null Stern Holte
Null Stern Holte
Null Stern Holte

Null Stern Holte
Null Stern Holte
Null Stern Holte

  • shares
  • Mail