Italia: Design_kit di Andrea Vecera

chocaporter_vecera

Italia: Design_kit è un'iniziativa di designerblog, una serie di interviste, che si propone di creare una geografia del panorama del giovane design italiano, evidenziando quali sono le icone di riferimento della nuova generazione e le direzioni intraprese dalla nuova creatività. Il bello di questa mappa è che si autogenera ogni volta che un intervistato suggerisce il nome del suo successore.

L’ospite di oggi è Andrea Vecera di Venaria Reale in provincia di Torino, invitato da Asterisco*lab.

Descrivi chi sei, cosa fai e come ti piace farlo.
Sono un designer anche un po' artista, cosa che non condivideva, giustamente, il maestro Munari, ma se progettare è diventato il mio lavoro, avevo necessità di trovarmi un hobby come tutte le persone, fare arte è dunque il mio svago. Sono un sognatore, credo alle favole e adoro parlare con chi mi trovo bene, nonostante ciò sono capace di tenere i piedi ben saldi al terreno e la testa sulle spalle. Mi piace il cioccolato, ne mangio davvero tanto ed è interessante usarlo come materiale. Per lavorare ho bisogno di ascoltare musica, mi deve entrare in testa e mescolarsi ai mille pensieri che fluttuano al suo interno. Adoro passeggiare e macinare chilometri in città soprattutto di notte, quando tutto sembra assumere un altro aspetto. Tutti i miei progetti sono nati di notte e con la luce del sole si sono definiti ... d'altra parte come avviene in natura.

Parlaci di un’esperienza che ha influenzato in modo particolare lo stile e l’anima del tuo lavoro.
Sicuramente il periodo passato a Milano nello Studio Aroundesign di Iacchetti+Ragni. Ho visto con quale attenzione nascevano i loro progetti e come diventavano prodotti, oltre ad esserci stata l'occasione di mettermi più volte in gioco! Poi comunque, penso che i designer debbano essere una sorta di spugna, assorbire tutto ciò che ruota intorno a loro, senza fermarsi ad un'unica esperienza ... Non devono prendere medicine... devono rimanere senza anticorpi!

Presentaci il tuo progetto più interessante, a cui tieni di più, che più ti rappresenta.
Sicuramente il progetto più, più, più... devo ancora progettarlo! Sono molto critico riguardo i miei progetti e sinceramente ad oggi trovo molto difficile individuarne uno che davvero mi possa rappresentare. Il Cicinin, forse è il prodotto che amo maggiormente; non solo perché si tratta di un cioccolatino, piuttosto sembra incarnare meglio di altri il mio approccio al progetto. La forma è progettata per permettere di prendere il cioccolatino con il pollice ed indice, con lo scopo evocativo di "forzare" il degustatore a compiere un gesto semplice che indica "un pochino..." da qui il nome dialettale, piemontese e non, "un cicinin". Inoltre e questo mi affascina molto, ho provveduto a progettarne il gusto, sperimentando in laboratorio le proprietà organolettiche del prodotto. Il Cicinin è infatti realizzato con Camicia di cioccolato fondente al 64%, ripieno con ganache morbida a base di caffè, liquore aromatico e pasta di nocciole. I diversi spessori permettono di gustarlo così com'è o scioglierlo nel caffè come correzione. Comunque nella gallery oltre a Cicinin progettato per Guido Castagna, trovate anche in ordine di apparizione Choc à Porter per la Camera di Comercio di Torino, Espressioni Pizzesche per Guzzini, Tv Paper Gadget per Glomera.com, hiREC Product Recorder per Samsung e Mykalo per Food Design4.

Qual'è il tuo ‘superpotere’ per far fronte ai momenti di difficoltà.
Ne ho più di uno. Sicuramente il cioccolato al latte o gianduia, fino alla nausea, altrimenti, dopo aver finito almeno una tavoletta di buon cioccolato, una passeggiata con la mia musica preferita nelle orecchie.

Raccontaci per quale icona del design faresti follie.
La mia fidanzata me l'ha regalato! lo spremiagrumi Juicy Salif di Starck.

Quale consiglio daresti ad un giovane designer alle prime armi.
Dunque, che consiglio darei a dei miei coetanei...? :-) Credere nelle proprie capacità senza mai abbattersi. Avere sempre voglia di imparare e accettare le critiche da parte di tutti, soprattutto da chi potrebbe fare uso di questi prodotti! Inoltre io penso che se non si riesce a dormire la notte, perché si pensa ad una soluzione intelligente ad un dato problema ... tutto funziona a meraviglia. Mentre se si vuol fare questo mestiere con l'orologio al polso, forse è meglio lasciar stare.

Who’s next?
Il designer di oggi ha scelto per noi l’ospite misterioso della prossima intervista. Prossimamente su designerblog.

Italia Design_kit di Andrea Vecera
chocaporter_vecera cicinin_vecera espressionipizzesche_vecera
glomera_vecera hirec_vecera mykalo_vecera

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: