Architettura e colore, la residenza Simplon A di Budapest

Lo studio di architettura T2.a Architects firma un progetto di architettura multicolore nella capitale ungherese; ad ogni piano un mix di colori primari e superfici riflettenti convergono nell'angolo curvilineo del palazzo.

Dell'influenza del colore sulla psiche umana si parla da sempre, ma tradurre in progetto architettonico le teorie psicosociali non è sempre cosa facile; non so se sia il caso dello studio T2.a Architects ma di certo il palazzo che hanno realizzato a Budapest è un omaggio alla gioia di vivere e all'ottimismo, perchè è noto come anche il colore delle abitazioni nelle strade influenzi l'umore dei passanti. Il complesso abitativo residenziale Simplon_A è stato ultimato nel 2008 e si trova nella zona sud-ovest della capitale ungherese ed è ispirato al design in voga negli anni '60.

Ad ogni appartamento corrisponde un colore preciso, riportato anche sulle tende da sole di stecche metalliche, che se abbassate offrono una soluzione di continuità cromatica completa; anche gli abienti interni non sono immuni dalla colata di colore, mentre le aree di passaggio comune come i corridoi esterni, presentano un rivestimento neutro in grigio antracite. Di certo a creare un effetto di insieme pulito e gradevole però, è il ritmo perfetto prodotto dalla giusta alternanza delle campiture con il riverbero delle superfici riflettenti; molto gradevole da vedere all'esterno, bisogna vedere se anche chi ci abita assorbe le vibrazioni positive dei cromatismi, sarebbe interessante sapere qual è stato il colore più gettonato al momento della scelta dell'appartamento; ad ogni personalità il suo, con buona pace dei rapporti condominiali!

  • shares
  • Mail