Nota, la sedia di scuola rivive nel design di Studiocharlie

Se di marketing della memoria si parla spesso, il design della memoria rimane un misconosciuto nel dibattito sulla disciplina. Il fatto che non se ne discuta, però, non equivale a dire che non esista: pensiamo infatti al proliferare del design vintage in tutte le forme in cui questo prende piede, dalle copie dei grandi Maestri al vero e proprio fanatismo per gli stili del passato, a cominciare dal Mid-Century Modern.

Tra le fenomenologie ricorrenti, non mancano neanche i casi di reincarnazione in salsa italica. Sedia Nota, recentemente progettata da Studiocharlie, ne è un esempio calzante: come già il nome stesso ci suggerisce, la seduta prende forma da un archetipo eccellente e straconosciuto della nostra infanzia, la sedia in tubolare metallico in dotazione ai nostri vecchi istituti scolastici.


A essere aggiornati sono le versioni a disposizione, come le finiture colorate oltre alla versione in acciaio, ma anche certi piccoli dettagli che potenziano l'efficacia grafica del pezzo, ad esempio la curva del metallo tra sedile e schienale (questi ultimi in multistrato, migliore sicuramente dell'originale di cui ricordo ancora i fili tirati di calze e pantaloni...).

Sedia Nota è presentata in anteprima a Maison&Objet per il marchio Atipico, specializzato in arredi e complementi che esprimono una sintesi attuale tra il retro e il gusto minimal.

  • shares
  • Mail