Il design prende l'autostrada

Tra i tanti campi d'applicazione del design, quello autostradale è uno di quelli meno trattati, o meno sentiti. Eppure, visto il numero di vittime ogni anno, dovrebbe essere uno dei primi dove applicare le ultime tecnologie. L'ASAPS, L'associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale, ci fa sapere che nell'anno appena concluso, sull'intera rete autostradale sono stati registrati 2.449 sinistri.

Dall'Olanda però arrivano più soluzioni. Sono autostrade intelligenti, con una serie di migliorie che sicuramente faranno abbassare sensibilmente il tasso di sinistri. Una di queste riguarderà la segnaletica orizzontale, come le linee di corsie e carreggiate, che sarà in grado di assorbire la luce solare di giorno, e rilasciarla di notte per almeno altre dieci ore.

Le autostrade poi saranno rese anche più sensibili, in modo da segnalare le condizioni di viaggio: se la strada è scivolosa, oppure se è ghiacciata. Inoltre luci interattive a risparmio energetico saranno posizionate lungo i fianchi delle corsie, illuminandosi solo quando necessario per indicare la strada, e spegnendosi subito dopo. Il tutto magari a energia eolica, quella preziosissima messa in moto dallo sfrecciare delle auto.

Infine si sta pensando anche a delle corsie dove le auto elettriche al solo passare possano ricaricarsi, ma c'è da studiarne meglio il funzionamento, altrimenti si sarebbe trovata la soluzione al moto perpetuo, o quasi.

Entro la metà del 2013 saranno installate queste innovazioni per le autostrade dei Paesi Bassi. Le aziende che se ne occuperanno sono lo Studio Roosegaarde e quello per le infrastrutture Heijmans. Il progetto, presumibilmente da adottare sempre più in tutta Europa, per cominciare partirà dalla provincia di Barabant.

  • shares
  • Mail