Oggetti di design dallo stile sovietico in mostra a Mosca

Mosca

Mosca ospita una grande esposizione dedicata allo stile sovietico, per inaugurare il nuovissimo museo di design che sorge proprio davanti al Cremlino, simbolo della capitale russa. Una serie di oggetti dal design sovietico, oggetti di uso quotidiano, realizzati tra il 1950 e il 1980, verranno messi in mostra per il pubblico.

Oggetti di design di uso quotidiano, che venivano utilizzati ogni giorno, per fare le cose più basilari per l'esistenza di ognuno, diventano ora i protagonisti di una grande mostra, che vuole celebrare così la terra che ospita il nuovo museo di design di Mosca.

Tantissimi gli oggetti di design che potremo ammirare, grandi e piccoli: ci saranno macchine fotografiche, lavatrici, televisioni, ma anche automobili e molto altro ancora. Una prima esposizione per il Museo del Design di Mosca che vuole rappresentare un viaggio nei ricordi del paese, ritornando indieto ai tempi dell'Unione sovietica in un periodo di tempo che va dal 1950 al 1980.

La mostra di design ci viene così presentata da Alexandra Sanlova, direttrice del museo che si trova proprio di fronte al Cremlino.

Noi con questa esposizione possiamo spiegare cosa è il design. Le persone qui trovano oggetti che hanno nella loro casa, vivono ancora con queste cose. E noi spieghiamo loro che sono tutti di design.

Oggetti di uso quotidiano che in alcuni casi vengono ancora utilizzati e in altri riportano alla mente altri tempi e un'epoca sicuramente molto difficile per la Russia. Un percorso affascinante per mostrarci come il design sovietico assomigliasse tanto a quello europeo dello stesso periodo, con soluzioni e particolari, però, pensati per celebrare proprio la cultura russa.

In due settimane, la mostra di design è già stata visitata da 20mila visitatori:

Sono tutti ricordi associati alla mia adolescenza, alla giovinezza con la mia famiglia, in un paese che purtroppo non esiste più. Ci sono altre cose, sì, ma l'Unione sovietica non c'è più.

Questo il racconto di una visitatrice.

Foto | Flickr

Via | TmNews

  • shares
  • Mail