Design per Workaholics, da THINKK Studio una collezione di accessori per chi lavora troppo

Per lavorare meglio, e questo vale per chi soprattutto lavora tanto o troppo - un workaholic per l'appunto-, può non bastare un divano a dondolo su cui rinfrescarsi le idee. Meglio, allora puntare su qualche accessorio che possa coadiuvare la nostra necessitå di organizzare lo spazio di lavoro, cosi da poter contare su una scrivania sempre ordinata e su strumenti a portata di mano.

Con questa consapevolezza (ma sarå poi sempre vero che l'ordine aiuta la concentrazione?), lo studio THINKK con sede a Bangkok ha progettato una inedita collezione di oggetti per i lavoratori. Tre i pezzi della nuova linea: una lampada a sospensione in frassino e cemento, una lampada da tavolo in lamiera piegata, un portapenne e un vaso in cemento e tondino metallico.

I pregi di questi accessori? Linee semplici e pulite, un richiamo all'infanzia che ci fa divertire -il portapenne, a forma di macchinina, è un esempio certo di applicazione del marketing della memoria-, e qualche soluzione formale particolarmente riuscita, come nel caso del vaso che vanta una sua sintesi leggera tra la base iper materica e la parte superiore quasi sospesa, anche grazie alla forza delle sue diagonali.

Ben riuscite, poi, le varianti colorate della lampada a sospensione, in particolare quella dell'esemplare in rosso fulvo. Se vi dovesse piacere il genere, date un'occhiata anche alla loro CONST Lamp, avvistata quest'anno a Ventura Lambrate.

Via | Dezeen

  • shares
  • Mail