Aeroball, all'Electrolux Design Lab 2012, la sfera che purifica l'aria


L'altr'anno all'Electrolux Design Lab vinse un pulisci macchie portatile, nel 2012 a vincere è Aeroball, la sfera che purifica l'aria. Questo è il tenore delle invenzioni che vengono portate da bravissimi designer all'attenzione di una commissione che valuta le migliori idee riguardanti gli elettrodomestici, dove frullatori o lavastoviglie sono obsoleti, appartengono alla preistoria. All'Electrolux Design Lab, invece, si guarda molto lontano, al futuro, e la premiazione porta l'innovazione nel nostro presente.

Aeroball risponde al tema dell'anno, ossia Design da vivere, dove le sfere purificatrici dell'aria sono oggetti sospesi nella medesima, che fluttuando tramite un sistema di elio e ossigeno, trattengono le polveri sottili. Di giorno inoltre assorbono luce, e di notte rimangono visibili con una luminescenza propria. Una volta esaurite, queste cadono a terra.

A immaginarci un appartamento -o perché no- un ufficio con queste sfere fluttuanti, sembra davvero di poter vivere in uno di quegli ipotetici scenari futuristici, e invece tramite la tecnologia e le belle forme, il design ha preso vita grazie alla bravura dell'inventore di Aeroball, il polacco Jan Ankiersztajn, che si è aggiudicato il primo premio della finale presso il Triennale Design Museum di Milano.

  • shares
  • Mail