Dolce&Gabbana Venezia: la nuova boutique della Serenissima, l’eclettismo tra decorativo e moderno

Dolce&Gabbana ha inaugurato una nuova e speciale boutique a Venezia, su Calle Larga XXII Marzo, a pochi passi da Piazza San Marco e dal Teatro La Fenice, all’interno dell’ottocentesco Palazzo Torres. Scoprila su Designerblog

Hanno scelto una delle più pittoresche, suggestive e belle città d’Italia e del mondo, Domenico Dolce e Stefano Gabbana per inaugurare una nuova e speciale boutique a Venezia, su Calle Larga XXII Marzo, a pochi passi da Piazza San Marco e dal Teatro La Fenice, all’interno dell’ottocentesco Palazzo Torres.

La boutique è nello storico Palazzo Torres, sviluppato su tre piani, che prende il nome dall’omonima famiglia veneziana che l’ha edificato negli anni ’80 del 1800. I fratelli Torres, Marco e Giuseppe, il primo imprenditore e costruttore, il secondo diplomato scultore presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia e architetto, si occuparono della realizzazione della facciata su Calle Larga XX marzo, dei prospetti e degli interni del palazzo. A inizio Novecento il bene fu ceduto ad una società alberghiera e successivamente, nel 1925, ad un’attività bancaria. Un complessivo restauro del palazzo fu realizzato nel 1989.

L’eclettismo dello stile architettonico e decorativo è il tratto predominate del palazzo. Gli interni, come anche le facciate esterne, combinano infatti motivi di diversa ascendenza: orientaleggiante, gotica, ma soprattutto rinascimentale e barocca. I preziosi pavimenti a intarsi marmorei delle due parti nobili del primo e del secondo piano del palazzo sono di grande pregio, fitti di motivi decorativi e di raffinati accordi cromatici intonati alle decorazioni dei soffitti.

La boutique Dolce&Gabbana è stata progettata dall’architetto americano Eric Carlson, dello studio Carbondale, nel pieno rispetto della storicità del palazzo ed esplorando le affascinanti maestranze artigianali della Venezia antica in modo unico e contemporaneo. La nuova boutique vuol far vivere, a chiunque la visiti, un’esperienza unica, all’insegna di un affascinante gioco di contrasti, tra la storia della Serenissima e la modernità che contraddistingue alcune delle stanze della boutique.

Una volta varcate le porte del palazzo, ci si trova immersi nella parte nobile, una pagina di storia che mantiene le sembianze di un tempo: gli interni sono interamente rivestiti da boiserie originale, dipinta e decorata con la tecnica trompe-l’oeil, portata al suo antico splendore; i pavimenti sono realizzati in intarsi multicolore di marmo antico, le pareti sono ornate con bassorilievi in legno che ricordano scene tratte dalle attività artigianali e mercantili della Venezia di fine Ottocento. Al centro dell’area nobile vi è un lampadario in vetro di Murano color oro, come anche nelle aree laterali. Le finestre riportano lo stemma della famiglia Torres che edificò il palazzo, trasformato in una banca ad inizio Novecento.

Il viaggio continua attraversando un corridoio lungo 20 metri, le cui pareti sono ricoperte di mosaico in foglia oro 24 carati, realizzato a mano da artigiani locali, e stucco veneziano marmorino. La scintillante parete dorata, sovrastata da travi oblique con specchio opaco, è caratterizzata da mensole laterali in ottone che espongono gli accessori. Si è giunti, quindi, nella parte moderna della boutique interamente progettata da Carbondale: cinque stanze ciascuna delle quali ha una pavimentazione in mosaico composto da diverse cromature di marmi.

L’area dedicata all’universo femminile è in mosaico e marmi color rosso levanto. Nella parte dedicata alle collezioni Uomo il pavimento è in mosaico di marmo verde menta come le pareti. Vi è al centro un grande specchio blu. Infine vi è una stanza pensata per le collezioni Fine Jewellery; qui il mosaico dei pavimenti è in marmo nero marquinia, le pareti in mosaico di vetro blu scuro sono decorate con stelle in foglia oro che richiamano quelle presenti sul famoso orologio della Torre dei Mori di Piazza San Marco. Sulla parete più in fondo è presente un grande specchio in stile barocco.

La scala che porta al primo piano è in marmo verde antigua e conduce alla zona nobile, esattamente sovrastante quella del piano terra, divisa in tre stanze destinate ad essere un’area per le collezioni più speciali. Pareti e soffitti sono rivestiti da boiserie e i tre preziosi pavimenti sono in “Battuto di terrazzo alla veneziana”, quindi realizzati con intarsi di graniglia levigata in diversi colori dalle mani di abili artigiani locali. I pregiati tessuti in seta colorata con decori a contrasto che ricoprono le pareti, sono dello storico tessitore veneziano Bevilacqua, mentre i soffitti delle tre stanze sono ornati con affreschi originali. Infine, ad impreziosire le stanze nobili vi sono anche qui tre lampadari a soffitto in vetro di Murano, color oro nelle stanze laterali e multicolore in quella centrale.

Nella parte moderna del primo piano dominano il marmo giallo Siena, presente nell’area Donna Sera, e i marmi blue boquira ed irish green nell’area dedicata all’ Uomo Formale. Il soffitto è in specchio matte nei toni del verde e del giallo e vi sono due lampadari in vetro di Murano, verde nella zona Uomo, e giallo in quella Donna. L’arredamento è costituito da elementi disegnati da Carbondale specificatamente per la boutique e da pezzi speciali in vetro fatti ad hoc dall’antica famiglia Seguso di Murano: lampadari, tavoli, appenderie, e pomoli delle porte.

  • shares
  • Mail