NYCxDesign 2017: Natuzzi presenta "Re-thinking Re-vive: New Icons for New York"

Natuzzi Italia, in collaborazione con DIFFA, ha celebrato arte e design con ‘Re-thinking Re-vive: New Icons for New York’. Guarda tutte le immagini dell'evento su Designerblog

Natuzzi Italia, in collaborazione con DIFFA, Design Industries Foundation Fighting AIDS, tra i principali finanziatori delle terapie e dei programmi educativi contro l’AIDS negli Stati Uniti, ha celebrato arte e design con ‘Re-thinking Re-vive: New Icons for New York’. Al 63 Greene Street di New York, Re-vive, prodotto icona di Natuzzi Italia e prima e unica poltrona al mondo dotata di un sistema reclinabile che si adatta perfettamente al corpo e ai suoi movimenti, è stata presentata nel corso dell’evento attraverso le inedite reinterpretazioni proposte da tre artisti newyorchesi: Ed Granger, Jon Burgerman e Hektad. Re-vive è diventata per l’occasione una tela dalla trama fitta, sulla quale gli artisti hanno potuto esprimere se stessi, trasformando un oggetto di design in un’opera d’arte.

Al cocktail party hanno preso parte importanti guest tra cui l’attore Cuba Gooding Jr., Chris Benz, Jon Burgerman, Edward Granger ed Hektad. Gli ospiti si sono immersi nelle geometrie, nelle animazioni e nei colori di questa coinvolgente esperienza artistica nel corso dell’opening event su invito, durante il quale i tre artisti hanno realizzato una performance live e interattiva. Drink experience firmata da Belvedere Vodka e dj set di Harley Viera-Newton.

“Siamo felici di partecipare alla NYCxDesign, una manifestazione che coniuga insieme l’arte e il design. Questa collaborazione con tre delle menti più creative e moderne di New York è la dimostrazione di come il dialogo tra il mondo del design e quello dell’arte possa produrre nuovi e interessanti risultati” - commenta Pasquale Junior Natuzzi, Communication e Deputy Creative Director dell’azienda. “Sono davvero orgoglioso di vedere la nostra pluripremiata poltrona Re-vive diventare un’icona in una delle più grandi città del mondo!”.

  • shares
  • Mail