Safety Net, la rete da pesca sostenibile si aggiudica il James Dyson Award 2012


James Dyson Award 2012: sono passati quasi due mesi da quando vi avevamo parlato di Ginkgo, l'ombrello sostenibile in polipropilene che si era aggiudicato l'edizione nazionale -anche grazie al sostegno di Designerblog, che di quel premio era in giuria- del concorso lanciato tra gli studenti di design dal prestigioso marchio inglese di elettrodomestici.

Adesso, a distanza di un mese, arriva il risultato ufficiale e la nomina del vincitore urbi et orbi: ad aggiudicarsi l'ambito riconoscimento è Dan Watson, laureato al Royal College of Art, e il suo progetto SafetyNet, una rete da pesca caratterizzata dalla presenza di piccoli "anelli di fuga" per permettere ai pesci non commercializzabili di sfuggire all'azione "pigliatutto" dei pescherecci.

Le risorse ittiche dei nostri mari, è cosa ormai nota, sono estremamente depauperate (ne parlavamo anche a proposito di Sea Chair). E il progetto di Watson guarda proprio a questo: salvare i pesci più piccoli, che di solito vengono ributtati a mare perchè economicamente non monetizzabili quando sono ormai morti, con grave danno dell'ecosistema marino.

Per questo, Safety Net offre una via d'uscita alla pesca indiscriminata: tutto merito di veri e propri buchi, illuminati per facilitare l'avvistamento da parte dei pesciolini e posizionati nella parte alta della rete così da assecondare il loro istinto a spostarsi verso l'alto in caso di avvertimento del pericolo. Tutto il contrario di quanto fanno i pesci di grossa taglia, che nelle medesime condizioni tendono ad andare verso il basso, rimanendo irrimediabilmente impigliati nella trappola delle navi.

Un concept che anche la giuria internazionale e lo stesso James Dyson non ha esitato a valorizzare, come lui stesso ha dichiarato:

“Questo esempio di tecnologia pragmatica affronta una seria questione ambientale, abbiamo quindi un buon motivo per celebrarla. SafetyNet è la dimostrazione che giovani laureati come Dan, possono brillantemente affrontare con metodi innovativi e idee ingegnose, problemi di natura globale ignorati dall’establishment industriale”.

Ad una prima fase di prototipazione, per SafetyNet sarà la volta di una vera e propria ingegnerizzazione. Per portare a compimento il suo progeto Watson ha fondato una sua società, la SafetyNet Technologies, che potrà beneficiare anche del premio in denaro di 10.000 sterline del James Dyson Award per perfezionare le prototipazioni e ultimare gli ultimi requisiti governativi richiesti per la commercializzazione.

  • shares
  • Mail