Manerba divani: il nuovo Undecided Sofa per spazi di lavoro in perenne ridefinizione

Manerba presenta Undecided Sofa, il divano concepito per spazi di lavoro in perenne ridefinizione. Scopri tutto su Designerblog

Manerba presenta Undecided Sofa, il divano concepito da Raffaella Mangiarotti e Ilkka Suppanen per spazi di lavoro in perenne ridefinizione: l’alto schienale imbottito è un invito a ritagliarsi un angolo privato e riservato, dove incontrarsi senza formalità; un luogo comodo e isolato acusticamente, per poter parlare vis a vis, appoggiandosi ai morbidi cuscini.

Tre passi per creare il divano Undecided: scegliere l’altezza: due file di cuscini per la versione bassa, tre ad altezza poggiatesta e quattro per “l’allestimento meeting” che trasforma Undecided Sofa in una suggestiva e confortevole mini sala riunioni ad alto assorbimento acustico. Scegliere i colori: realizzare una propria “playlist cromatica” - monocolore, bicolor, per nuances o random – è l’atout di questo divano; e il plus è che la composizione potrà essere aggiornata in qualsiasi momento, sfoderando o sostituendo i cuscini, anche solo in un angolo o in un’area delimitata. Ed infine prendere una decisione: siediti, respira, pensa; decidere non è mai stato così semplice, bello e confortevole.

Fondata a Mantova alla fine degli anni ’60, per operare nel settore degli arredi per ufficio, Manerba è oggi capitanata da due donne - le sorelle Grazia e Elisa Manerba - che nel corso degli ultimi 10 anni hanno rivoluzionato in modo soft l'estetica dell’ufficio, intervenendo su colori e finiture; un punto di vista tutto al femminile che si respira e trova riscontro nella concezione di spazi di lavoro più umani, caldi, domestici. A loro si è affiancata, con una consulenza puntuale e illuminata, l’architetto Raffaella Mangiarotti, che ne cura l’art direction.

  • shares
  • Mail