Specchi contemporanei, le visioni tridimensionali di Samuel Accoceberry per il marchio Marcel by

Da Marcel By gli specchi contemporanei di Samuel Accoceberry

Un gioco di specchi che prende il nome di Akté, Augé, Nymphé: ecco i nomi con cui il designer francese Samuel Accoceberry ha battezzato una delle sue ultime creazioni nel campo del complemento d'arredo.

Stiamo parlando di una linea di tre specchi freestanding accomunati dal medesimo carattere sfaccettato e decisamente poco fedele: niente che ci può servire per valutare con esattezza se un vestito ci sta bene, piuttosto una presenza scultorea che declina, moltiplicandolo, lo spazio che lo circonda.

Da Marcel By gli specchi contemporanei di Samuel Accoceberry
Da Marcel By gli specchi contemporanei di Samuel Accoceberry
Da Marcel By gli specchi contemporanei di Samuel Accoceberry


L'effetto è regalato dalla superficie diamantata della lamiera metallica piegata (con finitura oro, bronzo, argento e brunito), che moltiplica il riflesso e offre uno sguardo distorto sulla persona che è di fronte. Il tutto per un effetto scultoreo che non ha niente della presenza ingombrante, complice la base in tubolare metallico che slancia lo specchio e permette una collocazione molto informale, sia da terra che "da tavolo", diciamo così.

Quanto al marchio produttore, stiamo parlando di Marcel by (avvistato a Interieur 2012), giovane brand francese di prodotti a cavallo tra l'artigianato e l'idustria che arricchisce il panorama oramai molto ampio di piccole maisons d'édition d'oltralpe. Un segno certamente inequivocabile della grande vitalità dal basso che i cugini d'oltralpe sta dimostrando in questi ultimi anni.

Da Marcel By gli specchi contemporanei di Samuel Accoceberry

  • shares
  • Mail