Maison&Objet Paris 2016: le novità di Artemide, le foto

Artemide sarà a Parigi in occasione della fiera di Maison&Objet, dal 2 al 6 settembre 2016 dopo gli appuntamenti di Light+Building, Milan Design Week, ICFF di New York e La Biennale di Architettura 2016 di Venezia, e porta con se la luce del futuro. Scopri di più qui su Designerblog.

Artemide sarà a Parigi in occasione della fiera di Maison&Objet, dal 2 al 6 settembre 2016 dopo gli appuntamenti di Light+Building, Milan Design Week, ICFF di New York e La Biennale di Architettura 2016 di Venezia, e porta con se la luce del futuro.

Maison&Objet, infatti, sarà un altro importante palcoscenico dove Artemide presenterà progetti di luce innovativi, nati dalle relazioni con top brand, università, architetti e realtà culturali internazionali a conferma della continua attenzione alla ricerca e alla sperimentazione di soluzioni sempre più all’avanguardia.

A Maison&Objet Artemide presenta prodotti e nuove generazioni di strumenti per disegnare la luce del futuro: intelligenze di gestione che consentono di valorizzare al massimo le potenzialità dei prodotti fisici, rispondendo in modo più contemporaneo e versatile ai bisogni progettuali e applicativi.

Tra questi: Ameluna, nata dalla partnership tra Artemide e Mercedes-Benz Style, è una lampada che esprime grande tecnologia, non solo nell’innovazione optoelettronica, ma anche nella capacità di relazionarsi con l’ambiente circostante in un dialogo digitale. LoT (Light over Time), disegnato da Tapio Rosenius, è una serie di strumenti di luce che consentono di reinterpretare e modulare lo spazio come mai avvenuto prima: una famiglia di proiettori multifocali e un software per interagire real time con scenari di luce.

Cultura del progetto e competenza nelle soluzioni di illuminazione firmate da grandi architetti
Alphabet of Light, firmato dallo studio di architettura BIG (Bjarke Ingels Group), è un sistema modulare di elementi luminosi che creano un nuovo font di luce e geometrie lineari o complesse. È un principio elementare che genera un sistema aperto e restituisce una luce continua e confortevole grazie a una soluzione ottica brevettata.

Orsa è il progetto dello studio Foster + Partners in cui l’elegante e minimale corpo luminoso si moltiplica in scenografici chandelier. Herzog & De Meuron firmano Unterlinden, una lampada che coniuga il fascino estetico di un oggetto di
altri tempi a un alto valore tecnologico e illuminotecnico. Dedicate agli spazi esterni le nuove versioni della Tolomeo Mega Outdoor di Michele De Lucchi.

Completano lo stand progetti in grado di animare lo spazio con un gioco di colori e di forme: le luci
Décomposé Light e Stab Light disegnate rispettivamente da Atelier Oi e Arik Levy per Danese (Gruppo
Artemide); l’intera famiglia di lampade La Petite, design Quaglio Simonelli, che con la loro apparente
semplicità ed essenzialità esprimono la competenza Artemide, dove la cura del dettaglio del prodotto si
combina all’attenzione della qualità della luce.

  • shares
  • Mail