Cersaie 2016: Scavolini porta le novità Bagno, Cucina e Living, con Nendo e Diesel, le foto

L'edizione 2016 di Cersaie, è la prima a cui parteciperà Scavolini L’Azienda partecipa per la prima volta alla manifestazione fieristica portando tutta la sua offerta di arredo Bagno, Living e Cucina. Parole d’ordine qualità, funzionalità e contaminazione. Scopri di più qui su Designerblog.

L'edizione 2016 di Cersaie, è la prima a cui parteciperà Scavolini L’Azienda partecipa per la prima volta alla manifestazione fieristica portando tutta la sua offerta di arredo Bagno, Living e Cucina. Parole d’ordine qualità, funzionalità e contaminazione.

Scavolini, dunque, porta una grande attenzione al design e all’estetica, senza dimenticare la massima funzionalità e cura dei dettagli, elementi da sempre presenti in tutta l’offerta dell'azienda ed efficacemente rappresentati dal nuovo progetto Laundry Space, che nasce proprio dalla volontà di offrire al pubblico la possibilità di arredare il bagno in modo organizzato e funzionale, ridisegnando gli elementi tipici della lavanderia e integrandoli perfettamente alla modularità delle collezioni dell’azienda.

Rispetto alle finiture Scavolini arricchisce il proprio catalogo di oltre 150 proposte con alcune novità, tra cui la pelle per le ante, il gres e i marmi pregiati per i piani e l’innovativo Fenix, usato sia per le ante sia per i top. Soluzioni all’insegna della massima qualità Made in Italy, così come l’ampia scelta di materiali che l’Azienda propone, tra cui decorativi, laminati, laccati lucidi e opachi, Quarz, gres porcellanato, vetro, Cristalplant e Mineralmarmo, capaci di soddisfare al contempo esigenze funzionali, estetiche ed emozionali.

Tra le ultime novità Scavolini il programma Ki, firmato Nendo, lo studio giapponese guidato da Oki Sato. Una proposta, per gli ambienti cucina e bagno, il cui concept ruota attorno all’idea di “far scomparire” l’ambiente in due oggetti per creare spazio e offrire un’assoluta libertà progettuale: un contenitore, un oggetto unico dalla connotazione decisa, sintesi di un codice espressivo che può essere ripetuto all’infinito e una mensola in legno dalla pura essenzialità (Ki, in giapponese significa appunto contenitore e legno). Una rigorosa evocazione di un gusto minimale ed estremamente contemporaneo che racchiude valori esclusivi, pensiero creativo, sfida innovativa, ricerca costante, qualità Made in Italy e attenzione per i dettagli.

Nella proposta Ki bagno, il contenitore viene scelto sia come sistema alternativo ai pensili sia per disegnare il lavabo, disponibile nelle varianti da appoggio, incasso e freestanding. Grande novità è la rubinetteria “nascosta” all’interno della mensola, con l’acqua che sembra uscire direttamente da essa, all’insegna della massima pulizia estetica. Le specchiere, rigorose lastre appoggiate ai piani, alle mensole o alle pareti, nascondono un pratico sistema di illuminazione led. Le luci - a sospensione o a parete - che costituiscono un ulteriore elemento di arredo, sono state studiate appositamente per questa collezione, così come i portasalviette freestanding che possono anche ospitare uno dei contenitori.
Per il programma è stata creata appositamente una gamma esclusiva di decorativi, morbidi al tatto, che prevede due nuance effetto legno, integrazione perfetta delle conoscenze artigianali con le più moderne tecnologie.

Altra grande novità è il nuovo programma Diesel Open Workshop che, in modo trasversale, veste l’ambiente cucina e bagno proseguendo la ricerca in quell’area di gusto in cui il design incontra l’informale, in un impeccabile equilibrio. Per la prima volta la collaborazione tra Scavolini e Diesel si estende anche all’ambiente bagno, con una proposta ricca di fascino e originalità. In questo progetto è perfettamente leggibile un approccio caldo all’ambiente domestico, con una decisa ispirazione industriale. Gli ambienti vengono dunque interpretati come il luogo dell’intimità, della personalità e, nel contempo, della socialità. Al centro, una notevole attenzione allo stile fin nei dettagli, ai materiali e alle texture, per creare geometrie semplici ma dal design accattivante, amate da un pubblico che ricerca una “apparente” semplicità delle forme.

Nella proposta bagno l’Industrial style è rappresentato da un importante uso del metallo, che si ritrova anche nel nuovo sistema componibile di “scaffalature”, che consente l’inserimento di mensole, vani a giorno, pensili e basi di diverse misure, a terra o sospese. Nuovi lavabi integrati e in appoggio di design esclusivo vengono proposti in differenti finiture e materiali: lavabi integrati di forma rettangolare in Himacs in due dimensioni e finiture, lavabi in appoggio di forma rotonda in marmo Nero Marquinia e in Mineralmarmo bianco.

Il progetto è valorizzato dalla presenza di una nuova rubinetteria dedicata e di sostegni in ferro con cover, per basi, colonne basse, consolle e vasche. Un insieme di mobili e soluzioni che, nella loro diversità di composizione, riescono a dare un’idea di perfetto equilibrio stilistico.
Altra caratteristica distintiva è la struttura a giorno per vasca con gambe e cover in metallo e mensola laccata opaca. Come per l’ambiente cucina, è stata studiata una nuova presa maniglia montata sulla testa dell’anta. Completano il programma bagno i nuovi modelli di specchiere, importanti elementi di personalizzazione che sottolineano l’unicità della collezione.

Il programma Diesel Open Workshop viene proposto in tre diverse configurazioni che abbinano materiali e nuance - per ante, piani, profili e vetri – e rappresentano le tre anime del progetto, per raccontare al meglio le possibili sfaccettature di questo modello dal forte carattere.

  • shares
  • Mail